Quantcast
facebook rss

Esposto al Prefetto contro il “Vista-Red”
Il Comune: «Necessario per la sicurezza»

MONTEPRANDONE - Sotto accusa il semaforo lungo la Salaria per cui non ci sarebbero le "basi" legali. La risposta del sindaco Loggi
...

E’ finito anche al centro di un esposto alla Prefettura il semaforo “Vista-Red” presente lungo la strada statale “Salaria” in località Centobuchi di Monteprandone, all’altezza dell’incrocio Viale De Gasperi- Via Matteotti.

Foto d’archivio

Sotto osservazione, in particolare, da parte di alcuni cittadini, sono finite le “motivazioni” alla base dell’istallazione (risalente al 2018 e quindi alla precedente amministrazione comunale) che controlla e sanziona chi passa con il rosso.

Si va dal numero di incidenti riscontrati (50 secondo il Comune, solo 7 in quel tratto secondo l’esposto) all a pericolosità nei periodi invernali a causa del ghiaccio.

Nella missiva, infine, si chiede la sospensione in autotutela del “Vista Red” in quanto non ci sarebbero le basi per la sua presenza.

Di parere opposto, invece, la versione del Comune di Monteprandone che, tramite una lettera dell’attuale sindaco Sergio Loggi, ha rispedito al mittente tutte le critiche al “Vista-Red”.

In particolare si fa presente che il semaforo si trova nei pressi di un incrocio dove ci sono scuole e una chiesa e la sua attivazione ha posto fine alle proteste dei residenti della zona.

Anche dalle immagini riprese dal “Vista-Red” si evidenzierebbero un paio di situazioni a rischio per i pedoni.

rp

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X