facebook rss

Carta e filigrana sono beni
dell’identità regionale: approvata le legge
C’è anche Ascoli

VIA LIBERA unanime del Consiglio: Fabriano centro di riferimento, riconosciute anche le cento torri e Pioraco. Previsti interventi per valorizzare la cultura, le tecniche, i laboratori e i musei. Tra gli obiettivi un circuito museale e itinerari turistici a tema. Istituito il Premio internazionale della filigrana, procedura Unesco come “bene immateriale dell’umanità”

 

consiglio-regionale-567-325x244

Il Consiglio regionale delle Marche

Il Consiglio regionale approva all’unanimità la proposta di legge “Riconoscimento di Fabriano come Città della carta e della filigrana e di Ascoli Piceno e Pioraco Città della carta”, che definisce nel primo articolo “la produzione della carta e della filigrana bene significativo e distintivo dell’identità regionale, volano per lo sviluppo culturale, turistico, produttivo delle Marche”.

Sottoscritta da tutti i consiglieri della maggioranza e dalla consigliera Simona Lupini (M5s), la legge è stata presentata in Aula dalle relatrici Chiara Biondi (Lega), prima firmataria, e Marta Ruggeri (M5s).

«Per attuare le sue finalità di promozione, valorizzazione e tutela, la norma prevede il sostegno a convegni, eventi, spettacoli dal vivo, mostre, ricerche, percorsi formativi, itinerari turistici a tema -spiega la Regione -. In programma lo sviluppo di una rete museale con il Museo della carta e della filigrana di Fabriano come centro di riferimento e il coinvolgimento di tutti gli altri comuni marchigiani testimoni della produzione, a partire da Ascoli, con il Museo della Cartiera papale, e dal Comune di Pioraco, anch’esso sede di museo. Previste, oltre alla tutela delle botteghe artigiane e alla trasmissione del sapere manuale e artistico, iniziative per attivare presso l’Unesco la procedura per il riconoscimento della fabbricazione della carta e della filigrana come bene immateriale dell’umanità».

Nel corso della discussione sono intervenuti in favore della legge consiglieri di tutti i gruppi consiliari. La legge, in totale sette articoli, istituisce il “Premio internazionale della filigrana” e promuove la realizzazione di un “Festival della carta”.

L’iter si concretizzerà in un programma annuale di interventi adottato dalla Giunta regionale, in collegamento con i settori beni e attività culturali, internazionalizzazione, turismo, industria e artigianato, formazione.

“Ascoli città della carta”, c’è il primo sì della Regione


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X