facebook rss

Samb, che inizio di marzo:
quattro punti in due partite

SERIE C - Dopo il pari di Perugia, il successo con l'Arezzo che rinfranca i rossoblù dopo un febbraio da tregenda. Miglioramenti sia sotto l'aspetto tecnico-tattico che nei singoli. Botta sempre decisivo. Domenica prova del nove a Pesaro

Botta: calcio di punizione vincente (foto Sambenedettese Calcio)

di Benedetto Marinangeli

Quattro punti nelle ultime due partite. La Samb riprende vela nel mese di marzo dopo un orribile febbraio. Il pari di Perugia fa il paio con il successo sull’Arezzo di ieri. Certo, non è stata una grande partita ma era troppo importante vincere ed i rossoblù ci sono riusciti anche grazie alle qualità balistiche di Ruben Botta al settimo sigillo stagionale ed anche ad un po’ di fortuna. Se la conclusione di Serrotti a cinque minuti dal termine non avesse colpito la traversa, ci troveremo ora a commentare un altro risultato ed un’altra partita.

Maxi Lopez (foto Sambenedettese Calcio)

Ma le note positivi non si fermano solo a questi due episodi. Anche sotto il profilo tattico e della prestazione dei singoli qualcosa è cambiato rispetto ad un mese fa. Il ritorno della difesa a quattro ha ridato una certa quadratura al reparto arretrato che, comunque, ancora ha qualche pericolosa disattenzione che avrebbe potuto costare chiaro. Ma almeno per la prima volta dallo scorso 23 dicembre, quando la Samb sconfisse la Virtus Verona, la porta di Nobile è rimasta inviolata. E questo è un dato non da sottovalutare.

Dicevamo della prestazione dei singoli. A parte Botta, sempre più decisivo con il suo sinistro, occorre segnalare la prova di Ignacio Liporace. Dopo la gara con il Perugia, l’esterno sinistro argentino sembra essersi svegliato dal torpore che lo aveva attanagliato sin dall’ inizio della sua avventura in rossoblù. Già a Perugia aveva dato segnali di esserci e la conferma c’è stata ieri. Sempre nel vivo dell’azione sia in fase offensiva che quando c’era da coprire gli spazi. Rossi sta crescendo in modo esponenziale e si vede che si tratta di un calciatore di categoria superiore. E poi ecco Scrugli cui Montero ha ridato fiducia dopo il periodo del fuori lista. L’ex Triestina sembra essere in forte ripresa.

I due mister: Montero e Stellone (foto Sambenedettese Calcio)

Insomma note positive ci sono. Maxi Lopez non è al top e si vede ma in avanti Montero può contare anche su Antonio Bacio Terracino che ieri è rimasto in panchina ma che ormai è completamente recuperato. Da domani, alla ripresa degli allenamenti, si valuteranno le condizioni fisiche di Lombardo e D’Angelo out per infortunio contro l’Arezzo. Si inizierà a preparare la trasferta di Pesaro. I rossoblù troveranno una Vis in gran spolvero dopo il successo di Cesena che le ha permesso di lasciare momentaneamente le zone pericolose della bassa classifica.

La Samb d’altro canto, nona della classe, non può fare regali. L’obiettivo che si è prefissato Paolo Montero è quello di arrivare ai play off in una posizione tale da permettere di avere due risultati su tre a disposizione per passare il turno. Ecco, quindi che da domenica prossima e per tutte le ultime nove giornate che mancano al termine della regular season Maxi Lopez e compagni sono chiamati a puntare al bottino pieno. A cominciare da Pesaro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X