facebook rss

Accanto al campo Squarcia
ora c’è un Largo intitolato
a Eugenia Scornavacca

ASCOLI - Inaugurato dal sindaco Marco Fioravanti che ha accolto la proposta del Soroptimist e del suo progetto nazionale "Toponomastica al femminile". Nuovo look per lo spazio tra la chiesa di San Vittore e il campo Squarcia

 

Un pò nascosto, in una strada senza uscita e quindi non trafficata, è stato inaugurato ad Ascoli Largo Eugenia Scornavacca. L’idea è stata del Soroptimist di Ascoli, presieduto da Piera Seghetti, che ha aderito al progetto del Soroptimist nazionale “Toponomastica al femminile” lanciato nel 2013. Ovvero, dare il giusto riconoscimento culturale e sociale a donne protagoniste della storia, la cui memoria viene ingiustamente trascurata.

E così, in occasione dell’8 marzo – Festa della Donna – anche lo spazio situato tra la chiesa di San Vittore e uno degli ingressi (porta carraia) dell’ex campo sportivo Squarcia, da qualche anno dedicato alla Quintana, adesso ha un nome.

E’ quello della professoressa Eugenia Scornavacca, che nel 1979 fondò il Centro Accoglienza Vita (il Cav è oggi presieduto da Anita Gasparrini). Siciliana di Enna, dove nacque nel 1916, visse ad Ascoli. Laureata in Lettere, si dedicò all’insegnamento restando sempre al fianco delle istituzioni cattoliche e interfacciandosi con tutti i vescovi che si sono succeduti a capo della Diocesi ascolana. Il vescovo di Ascoli Silvano Montevecchi, in occasione delle sue esequie, nel 2003, la ricordò quale «donna di virtù e fede, che ha devoluto alla sua istituzione parte dei suoi averi». La sua opera permane ancora oggi ad Ascoli e prosegue grazie al suo impulso e all’opera di molti volontari.

Il progetto è stato realizzato in breve tempo grazie all’impegno del sindaco Marco Fioravanti e degli assessori alla cultura Donatella Ferretti e ai lavori pubblici Marco Cardinelli. Determinante anche gli interventi degli “Angeli del Bello” per aver ripulito l’adiacente chiesa di San Vittore che era piena di scritte e Ascoli Servizi Comunali che ha provveduto a tagliare l’erba e potare le piante che si trovano lì.

Presenti le socie del Soroptimist e del Centro Accoglienza Vita, il cancelliere della Diocesi don Lino Arcangeli, i comandanti di Carabinieri (colonnello Giorgio Tommaseo) e Guardia di Finanza (colonello Michele Iadarola), il maggiore Francesco Panza per il 235° Reggimento Piceno, il vice sindaco Gianni Silvestri, l’assessore Monia Vallesi, il presidente del Consiglio Alessandro Bono.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X