Quantcast
facebook rss

Ospedali di Ascoli e San Benedetto,
in arrivo quattro nuovi primari

SANITA' - Il primo ad essere nominato dovrebbe essere il dirigente della Chirurgia del "Madonna del Soccorso" dopo il trasferimento di Walter Siquini a Macerata. Per l'altro dirigente della Chirurgia del "Mazzoni" bisogna ancora attendere. Cambio anche al vertice di Anestesia e della direzione sanitaria del capoluogo piceno. Continua il ricambio generazionale
...

di Franco De Marco 

Gli ospedali “Mazzoni” di Ascoli e “Madonna del Soccorso” di San Benedetto vanno verso un ulteriore rinnovo dei primariati medici. Marzo è un mese decisivo almeno per due caselle da riempire. E di questi tempi, con le strutture sanitarie sotto pressione a causa dell’emergenza Coronavirus, ogni vuoto, ogni unità mancante rispetto all’organico normale, pesa maledettamente anche se chi sta in trincea fa i miracoli.

Il “Madonna del Soccorso” di San Benedetto

Quali sono i primari da nominare a breve e medio tempo? Ben quattro sono in scaletta all’attenzione del direttore dell’Area Vasta 5 Cesare Milani. Il primo della lista ad essere nominato sarà il nuovo primario di Chirurgia nell’ospedale di San Benedetto rimasto scoperto dopo la partenza di Walter Siquini che ha scelto di andare a dirigere la Chirurgia dell’ospedale di Macerata.

Le domande dovevano essere presentate entro il 3 marzo. Ora deve essere avviata la successiva procedura che non è proprio rapidissima. Tuttavia la volontà del direttore dell’Area Vasta è di accelerare al massimo anche in considerazione della situazione generale della sanità pubblica alle prese quotidianamente con l’emergenza Covid.

Il pronto soccorso del “Mazzoni”

E’ vuoto anche il posto di primario della Chirurgia dell’ospedale di Ascoli dopo che l’ex primario Marco Catarci ha scelto di trasferirsi, dal primo novembre, a Roma nell’ospedale “Sandro Pertini” sempre come dirigente. Per la pubblicazione dell’avviso di concorso, però, bisogna attendere sei mesi dall’inizio del periodo di prova del chirurgo nell’ospedale romano. Quindi ancora tutto da espletare. Se ne parlerà in estate. Nomina in autunno si spera.

area vasta 5

Diana Sansoni

Scadono il prossimo 28 marzo, invece, le domande per partecipare al concorso per il nuovo direttore di struttura complessa di Anestesia e Rianimazione del “Mazzoni” dopo il pensionamento dell’ex primario Giorgio Forlini. Anche in questo caso si cercherà di accelerare il massimo le procedure per la scelta del nuovo dirigente di struttura complessa figura quanto mai importante nell’assetto generale dei servizi ospedalieri.

Sempre il prossimo 28 marzo scadono le domande per il concorso a direttore sanitario dell’ospedale ascolano dopo il pensionamento della dottoressa Diana Sansoni. Il posto è attualmente ricoperto dal dottor Giancarlo Viviani come facente funzione.

Queste dunque le scadenze più vicine. Altre arriveranno nel corso dell’anno quando scadranno gli incarichi per altri dirigenti medici i quali stanno usufruendo del prolungamento dell’incarico, rispetto all’età, secondo quanto consentito dalla normativa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X