Quantcast
facebook rss

“L’ombra del giorno”, via alle riprese
Anche la Sentina tra le location
Oltre 200 comparse, si parte da Piazza del Popolo

ASCOLI - Lunedì 15 marzo la città si trasforma in un grande set per il film del regista Giuseppe Piccioni. Protocolli rigidi per rispettare le misure anti Covid. Un palazzo del centro sarà l'abitazione del protagonista Riccardo Scamarcio, nel Piceno del 1938. La troupe sarà pure in Riviera
...

di Luca Capponi 

Protocolli rigidi, come per tutto il mondo del cinema, tamponi continui e massima attenzione sul set. Con una nota amara: sarebbe stato bello “abituarsi” alla presenza di una troupe in giro per la città, dopo tanti anni, ma non sarà così. Lunedì 15 marzo, infatti, l’inizio delle riprese del nuovo film di Giuseppe Piccioni, “L’ombra del giorno”, coinciderà con il probabilissimo ingresso (anche) della provincia di Ascoli in zona rossa.

Il regista Giuseppe Piccioni, il sindaco Marco Fioravanti e l’attore Riccardo Scamarcio

Quindi, per curiosi e amanti del cinema, nessuna possibilità di osservare in presa diretta i segreti e i meccanismi di questa magnifica arte. Un vero peccato. Che però restituirà sicuramente tanto a livello di immagine. Non solo alle cento torri ma a tutto il territorio. Una parte del film, infatti, verrà girata a San Benedetto, nella pressi della Sentina.

Ma andiamo con ordine. Cast (capitanato dal protagonista Riccardo Scamarcio, c’è anche Benedetta Porcaroli) e comparse, queste ultime, tra adulti e bambini, sono oltre 200 quasi tutte della zona (l’opera sarà ambientata nel Piceno del 1938, ed è richiesto l’accento del posto), si riuniranno agli ordini del regista lunedì mattina. Prima location, quella di Piazza del Popolo.

Benedetta Porcaroli sarà la protagonista femminile

Sulla trama non si sa molto. Di sicuro c’è che racconterà un preciso momento storico, quello immediatamente precedente l’ingresso dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale al fianco della Germania di Hitler, momento in cui il Fascismo iniziava a mostrare le prime crepe di un consenso fino a quel momento massiccio.

Per farlo, Piccioni si avvarrà anche del Caffè Meletti, locale storico che ben si presta, ed anche di un palazzo del centro, dove verranno ricostruite l’abitazione e la cantina in cui sarà costretto a rifugiarsi il protagonista.

Nel planning delle riprese, che andranno avanti per oltre un mese, è prevista anche la “trasferta” a San Benedetto, nei luoghi della riserva naturale Sentina.

Anche per il suo film d’esordio uscito nel 1987, “Il Grande Blek“, Piccioni, nato ad Ascoli, scelse di girare prevalentemente nella sua città natale ma ambientando alcune scene in Riviera, tra cui il mitico tour in vespa sul lungomare del piccolo Yuri col fratello maggiore Marco.

“L’ombra del giorno”, ciak di Piccioni: «Racconto l’Italia prima della Guerra» Sul set Scamarcio e Benedetta Porcaroli

Il film di Piccioni-Scamarcio è già fenomeno di massa

 

Il nuovo film di Piccioni: 200 bambini in fila per il casting

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X