facebook rss

Sciopero nazionale trasporti,
incrociano le braccia
anche i dipendenti Start

PICENO - Il 26 marzo giornata a rischio. Adesione da parte delle segreterie territoriali di Filt Cgil, Uil Trasporti, Fit Cisl, Faisa Cisal, Ugl e Fna. Alcune corse urbane ed extraurbane potrebbero essere soppresse. Ecco quali

Sciopero nazionale dei trasporti pubblici, il 26 marzo (per 24 ore) aderiscono anche i dipendenti Start. A comunicarlo è la stessa società che si occupa di autolinee urbane ed extraurbane nel Piceno.

Il 26 marzo giornata a rischio per i trasporti 

Motivo alla base della protesta, il mancato rinnovo del contratto di lavoro scaduto nel 2017.

«Ci è pervenuta l’adesione da parte delle segreterie territoriali di Filt Cgil, Uil Trasporti, Fit Cisl, Faisa Cisal, Ugl e Fna» spiegano dalla Start, che poi comunica le modalità di svolgimento dello sciopero.

Per quanto riguarda le linee urbane ed extraurbane, verranno garantite le corse in partenza dai capolinea dalle 5,30 alle 8,29 per la fascia mattinale e dalle 17,30 alle 20,29 per quella serale. Le altre corse potranno subire cancellazioni.

Gli uffici amministrativi e lo Start Point di San Benedetto potrebbero restare fermi per l’intera giornata. Il numero verde a cui nel caso rivolgersi è 800443040.

La Start ricorda anche che in passato, negli scioperi dichiarati dalle medesime sigle, l’adesione è stata del 21%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X