facebook rss

“Omicidio in cripta”,
un caso da risolvere
attraverso il telefonino

EVENTI - Domenica 28 marzo via alle indagini di "Chat con delitto", gioco-spettacolo interattivo che va in scena nell'ambito del festival "Marche Palcoscenico Aperto". Lo spettatore diventa detective. Regia di Ylenia Pace

Chat con delitto è un gioco-spettacolo interattivo che immerge lo spettatore nel mondo del giallo. Iscrivendosi alla chat segreta il pubblico viene trasportato da video, audio ed enigmi in un vero e proprio labirinto investigativo.

L’indagine sull’Omicidio in cripta si terrà domenica 28 marzo alle 18,30 e alle 21,15, su testo scritto da Fabio AmbrosiniGianluca BudiniFederico Maugeri Ylenia Pace che firma anche la regia.

«In un momento in cui la socializzazione e la condivisione di esperienze si stanno trasformando – affermano gli autori- abbiamo pensato il telefono come uno spazio creativo in cui lo spettatore si sentirà parte integrante di un vero e proprio spettacolo. Il format è uno spettacolo realizzato tramite web chat (whatsapp, telegram) con particolare attenzione alla privacy. Attraverso questi semplici mezzi di comunicazione porteremo un vero e proprio spettacolo dentro lo smartphone dello spettatore. Un copione inedito sarà la trama della nostra storia. Tra enigmi da risolvere, contenuti video lo spettatore si immergerà nell’atmosfera di un film giallo, tracce audio aiuteranno l’indagine diventando egli stesso il vero protagonista di questa avventura».

Una volta prenotato il suo posto riceverà tramite mail le regole del gioco-spettacolo. Al giorno e all’ora indicati tutti i partecipanti saranno connessi alla chat segreta. Con un video introduttivo saranno trasportati all’interno della trama della storia diventando testimoni degli avvenimenti e parte in causa per la risoluzione del caso in un confronto con il commissario per diventare un vero e proprio detective.

Chat con delitto – Omicidio in cripta è uno spettacolo con Fabio Ambrosini, Gianluca Budini, Andrea Caimmi, Laura De Carlo, Marco Mondaini, Martina Sulpizi, le scenografie sono di Federico Maugeri, riprese video di Studio Ottozero.

Lo spettacolo, fruibile in maniera gratuita, si tiene nell’ambito del festival Marche Palcoscenico Aperto promosso da Regione Marche e Amat.

Posti limitati e prenotazione obbligatoria alla mail accademia56@gmail.com.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X