Quantcast
facebook rss

Ascoli, è fatta per la firma di Cacciatore
Sottil si difende: «Non sono solito bestemmiare»

SERIE B - Dopo oltre due mesi di cure e allenamenti al "Picchio Village", le condizioni del terzino classe 1986 hanno convinto tutti in casa bianconera. L'ex Cagliari si appresta a firmare un contratto fino al termine della stagione. Ha fatto il giro del web la notizia della sanzione per "espressioni blasfeme" comminata al tecnico. Che ora fa chiarezza: «Ho ricevuto una precisa educazione e sono un padre di famiglia. In campo può capitare che si trascenda»
...

di Salvatore Mastropietro

Dopo quattro giorni di lavoro intenso, in casa Ascoli lo staff tecnico ha concesso alla squadra una giornata di riposo per oggi, sabato 27 marzo. Il ritorno in campo è previsto per il pomeriggio di domani, domenica 28, quando al “Picchio Village” inizierà il periodo di avvicinamento alla trasferta di Cosenza, fissata per venerdì 2 aprile. Dal “San Vito-Marulla” inizierà il rush finale decisivo di otto partite, che decideranno il destino della corsa salvezza della squadra bianconera.

Fabrizio Cacciatore (a sinistra) e Adrian Stoian assieme al dottor Compagnucci e al dottor Mandozzi in una foto dello scorso 10 gennaio

Per la parte finale del campionato, mister Andrea Sottil avrà a disposizione un’ulteriore arma, sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista per l’esperienza. Sembra essere finalmente giunta al termine, infatti, la telenovela relativa a Fabrizio Cacciatore, che si appresta a firmare un contratto con il club di Corso Vittorio valevole fino al 30 giugno. Arrivato nel Piceno durante la sosta di gennaio, il terzino classe 1986 aveva raggiunto un accordo di massima col direttore sportivo Ciro Polito, ma l’ostacolo è stato rappresentato in tutto questo tempo da un problema muscolare al polpaccio accusato nel mese di dicembre.

In tutte queste settimane, il terzino è stato ospite della società al “Picchio Village”, dove ha potuto smaltire il problema fisico e si è potuto allenare per raggiungere progressivamente un livello accettabile di forma. Ora che le sue condizioni hanno convinto tutti in casa bianconera e che la finestra per ingaggiare calciatori svincolati si sta per chiudere (termine ultimo il 31 marzo), l’accordo sta per essere messo nero su bianco. Cacciatore, che può vantare un totale di quasi 300 presenze tra Serie A e Serie B (rispettivamente 179 e 113), garantirà diverse soluzioni a livello difensivo. Oltre a poter occupare la sua posizione principale da terzino destro, l’ex Cagliari e Verona – tra le altre – potrà essere utilizzato anche sulla corsia opposta o, in caso di necessità, da difensore centrale al fianco di capitan Riccardo Brosco.

Andrea Sottil (foto Ascoli Calcio)

SOTTIL – Ha fatto il giro del web la sanzione da 1.250 euro comminata dalla Procura Federale all’allenatore dell’Ascoli Andrea Sottil, reo di «aver pronunciato ripetutamente, per circa 12 volte, espressioni blasfeme» nel corso di Reggiana-Ascoli dello scorso 14 febbraio. La notizia ha scatenato l’ironia di molti a livello nazionale, ma anche l’indignazione di altri. Per questo motivo, il tecnico piemontese ci ha tenuto a fare chiarezza attraverso il sito ufficiale della società, precisando di non essere un «bestemmiatore»: «Non mi piace che venga fuori l’immagine di una persona che è solita dire bestemmie perché non lo sono, nella maniera più assoluta. Ho ricevuto una precisa educazione da parte dei miei genitori, mia madre in modo particolare. Sono un padre di famiglia che ci tiene sempre a dare il buon esempio e ad essere un punto di riferimento per i miei figli. Si può sempre sbagliare e nella concitazione del gioco può capitare che si trascenda e si pronuncino anche parole foneticamente simili ad espressioni blasfeme, ma lungi da me voler urtare la sensibilità di alcuni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X