facebook rss

«Riaprire subito gli agriturismi
Possono già garantire sicurezza»

L'APPELLO di Coldiretti Marche per le oltre 1000 realtà regionali in crisi: «La primavera è la stagione preferita dagli italiani per gite fuori porta e scampagnate e, nell’impossibilità di ospitare persone, il solo servizio a domicilio o l’asporto non bastano per coprire le perdite»
gardoni-official

Maria Letizia Gardoni, presidente Coldiretti Marche

 

«Dopo aver rinunciato alla seconda Pasqua consecutiva e con la chiusura prolungata per tutto aprile prosegue e si aggrava la crisi degli oltre 1000 agriturismi marchigiani».

A dirlo Coldiretti Marche, che ricorda che «la primavera è la stagione preferita dagli italiani per gite fuori porta e scampagnate e, nell’impossibilità di ospitare persone, il solo servizio a domicilio o l’asporto non bastano per coprire le perdite».

La presidente di Coldiretti Marche Maria Letizia Gardoni sottolinea che «l’arrivo della bella stagione e la possibilità di sfruttare ampi spazi in zone poco affollate è garanzia di sicurezza dai contagi. Gli agriturismi vanno riaperti subito perché sono perfettamente in grado di garantire tutte quelle misure previste per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche. Parliamo di strutture che avranno un ruolo centrale per le vacanze estive nella nostra regione, determinanti per il turismo di prossimità».

La domanda che ricorre tra operatori è: Riusciremo ad arrivare all’estate?

«Il settore – conclude Coldiretti – lamenta forti ritardi nei ristori e la situazione economica di queste imprese, per lo più famigliari, è preoccupante. Va data loro la possibilità di tornare a lavorare, ovviamente in sicurezza».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X