facebook rss

La rotatoria della discordia,
forse siamo all’ultimo capitolo

FOLIGNANO - La tragedia meno di una settimana fa. Poi dichiarazioni, replica, contro replica e perfino la contro-contro replica. L'invito a recarsi tutti insieme al cimitero per portare un fiore e pregare sulla tomba del povero Emidio Autunni

Il tratto di strada pericoloso, teatro di numerosi incidenti  anche mortali

di Andrea Ferretti

Dopo la replica, puntuale la contro replica. E poi la contro-contro replica. Ma siamo all’ultima puntata, sicuramente per quanto riguarda Cronache Picene.

Ogni intervento (vedi articoli allegati in fondo al testo) si conclude con il rinnovato cordoglio nei confronti dei familiari del povero Emidio Autunni che ha perso la vita meno di una settimana fa a 69 anni, travolto da un’auto in uno dei punti più pericolosi, per i pedoni, dell’Ascolano: il tratto della Piceno Aprutina dove c’è il confine tra i Comuni di Ascoli e Folignano.

Forse era il caso di scambiarsi qualche telefonata, così tutti avrebbero evitato di rinnovare il proprio cordoglio sui comunicati stampa a una famiglia sprofondata nella tragedia se pensiamo che il destino, che definire crudele è puro eufemismo, ha voluto che ad investire l’uomo sia stato addirittura il nipote 31enne.

Si parla di questa rotatoria da anni. Se ne parla soprattutto ad ogni incidente, e in quel tratto ne sono avvenuti tanti, qualcuno anche mortale. Ma la rotatoria continua a non esserci. Il morto, il lutto e il dolore, invece, quelli sì che ci sono.

Allora ecco che riportiamo la contro-contro replica del consigliere comunale di Folignano, Giorgio Capriotti, il quale risponde alle accuse rivoltegli dal vice sindaco ed ex sindaco Angelo Flaiani in una faccenda che, in poche ore, ha interessato non solo il Comune di Folignano, ma anche quello di Ascoli (è accaduto a pochi metri dal confine), l’Amministrazione provinciale, l’Anas. L’elenco per ora, ma solo per ora, finisce qui.

Il sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti, non ha detto nulla ed è stata la scelta migliore. Probabilmente si muoverà nelle sedi opportune per cercare di accelerare l’iter e risolvere il problema.

A tutti gli attori di questa triste telenovela l’invito è recitare una preghiera per Emidio e magari recarsi, tutti insieme (distanziati e con mascherina), al cimitero per portargli un fiore.

Giorgio Capriotti

Da Giorgio Capriotti riceviamo e pubblichiamo:

Il vice sindaco Angelo Flaiani probabilmente dovrebbe imparare a non soffermarsi ai titoli e leggere per intero gli articoli prima di uscire con repliche completamente scriteriate al limite della querela.

Nel mio intervento in merito alla rotatoria che sarebbe dovuta sorgere all’incrocio tra le vie Piceno Aprutina, Barbarana e Bologna, avevo sottolineato come a causa di un obbligo mai adempiuto da parte della Provincia che avrebbe dovuto realizzare l’opera in sinergia con i comuni di Ascoli e Folignano, si sia perso, perché revocato un finanziamento di 1.370.000€ da parte della Regione Marche. Quindi nessun attacco nei confronti del comune di Folignano il quale però essendo parte in causa avrebbe dovuto vigilare maggiormente affiche ciò non accadesse, questo magari si.

Inoltre non staremmo qui a parlare di tempi sbagliati per quanto riguarda la mia segnalazione in merito alla questione perché avventa a ridosso di una tragedia stradale, se avessero risposto come da regolamento entro il primo consiglio comunale utile alla mia interrogazione sulla rotatoria in questione che presentai in data 20 dicembre 2020.

Concludo dicendo inoltre che trovo veramente vergognoso il fatto che voglia etichettarmi come una persona intenzionata a strumentalizzare una tragedia come quella che ha coinvolto la famiglia Autunni alla quale sono anche legato da un rapporto di amicizia da quasi 20 anni e alla quale rinnovo nuovamente il mio cordoglio”.

La rotatoria della discordia, Flaiani: «Il Comune di Folignano non ha alcuna competenza»

Piceno Aprutina pericolosa, Capriotti attacca il Comune: «Perso oltre 1 milione di euro per la messa in sicurezza»

La morte di Emidio Autunni, Terrani: «Tragedia per tutta la comunità»

Tragedia a Villa Pigna: così è morto Emidio Autunni, investito dal nipote

Tragedia a Villa Pigna, muore 69enne travolto da un’auto

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X