facebook rss

Difesa della costa,
200.000 euro per due interventi

GROTTAMMARE - Approvati progetti con fondi statali e regionali, partenza prima dell'estate. Si agirà alla foce del Tesino e su una porzione di scogliera in zona nord

Oltre 200.000 euro di opere a difesa della costa, da avviare prima della stagione estiva. Sono pronti ed esecutivi due interventi di manutenzione straordinaria contro l’erosione marina, entrambi a costo zero per il Comune.
Gli interventi sono stati progettati dall’ingegner Marco Marcucci e riguardano zone ben distinte ma particolarmente esposte all’erosione del litorale.

x

Il primo riguarda il consolidamento della scogliera radente posta immediatamente a nord della foce del torrente Tesino. Le opere andranno a risanare i danneggiamenti causati dalle violente mareggiate dell’anno 2019, che hanno creato dei vuoti all’interno della scogliera rendendola un latente pericolo per l’incolumità pubblica; la zona verde retrostante è molto frequentata dai turisti, dalle famiglie e dai bambini che giocano sul verde pubblico.

I lavori programmati prevedono il rafforzamento della barriera mediante la realizzazione di un piede sommerso di idonee dimensioni, nonché con l’ispessimento della parte contro terra della mantellata.
Le opere contenute nel progetto sono valutate complessivamente in 158.720 euro. L’importo è completamente finanziato come previsto dall’ordinanza 622 del 2019 del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Con lo stesso finanziamento verrà sistemata anche la parte più a nord della balconata, in corrispondenza dell’area sportiva, pure danneggiata nel 2019 dalle mareggiate.

«Finalmente siamo pronti ad intervenire su zone molto apprezzate dai cittadini e dai turisti -dichiara l’assessore alle Opere pubbliche, Manolo Olivieri-. Entrambi i progetti verranno messi a cantiere prima dell’estate e, nel caso che alcune opere risultassero incompatibili con la stagione balneare, sospenderemo i lavori per riprenderli alla sua conclusione».

Più di un obiettivo è riposto nel secondo progetto, relativo alla manutenzione straordinaria di una porzione della scogliera radente della zona nord del litorale. In questo caso, infatti, la barriera serve a proteggere sia la linea ferroviaria Bologna-Bari, sia il percorso ciclopedonale Grottammare-Cupra Marittima. Le opere, in particolare, interverranno nel tratto tra i due pontini della pista. Costo di 62.856 euro finanziato interamente dalla Regione Marche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X