facebook rss

Riserva Sentina, si firma
il “Contratto di zona umida”

SAN BENEDETTO - Sono 19 tra soggetti pubblici, associazioni ambientaliste e operatori economici del settore agricolo ad impegnarsi per agire in sinergia. Gli obiettivi: prevenzione e riduzione dell'inquinamento, utilizzo sostenibile dell'acqua, protezione dell'ambiente e degli ecosistemi acquatici, mitigazione degli effetti delle inondazioni e della siccità

Al termine di un percorso di condivisione, che ha visto lavorare insieme per quasi due anni 19 tra soggetti pubblici, associazioni ambientaliste, operatori economici del settore agricolo, mercoledì 28 aprile sarà finalmente sottoscritto il “Contratto di zona umida della zona Sentina” (tecnicamente definito  “accordo di programmazione negoziata”) che impegna i firmatari ad operare in sinergia per “la prevenzione e la riduzione dell’inquinamento, l’utilizzo sostenibile dell’acqua, la protezione dell’ambiente e degli ecosistemi acquatici, la mitigazione degli effetti delle inondazioni e della siccità”.

Un angolo della Riserva della Sentina

Il “Contratto di zona umida” costituisce un approdo rilevante delle azioni che il Comune, insieme agli altri soggetti che hanno condiviso l’obiettivo, ha messo in campo nell’ambito del progetto europeo Crew (Coordinated Wetland management in Italia-Croatia Cross Border Region), co-finanziato dal Programma Interreg Italia-Croazia e che vede appunto realtà dei due Paesi che accolgono riserve naturalistiche lavorare insieme per sperimentare forme di tutela compatibili con la presenza delle attività umane circostanti.

Il contratto si concretizzerà in 22 azioni rispondenti a tre assi strategici (governance, ambiente, sviluppo) che saranno attuate fino al 2024 quando si effettuerà una verifica dei risultati ottenuti.

I soggetti firmatari del documento si incontreranno virtualmente mercoledì 28 aprile, a partire dalle 11. Sono previsti interventi di diversi rappresentanti istituzionali coordinati dal funzionario del servizio Europa del Comune Sergio Trevisani: dal sindaco Pasqualino Piunti al presidente della Riserva Sentina Ruggero Latini, dagli assessori regionali all’ambiente di Marche e Abruzzo, Aguzzi e Campitelli, alla docente dell’Università Iuav di Venezia Maria Chiara Tosi, project manager di Crew, dalla funzionaria comunale Serena Sgariglia che ha seguito il progetto al presiedente dell’associazione “Sentina” Albano Ferri, all’imprenditore agricolo Paolo Rebez Laureati.

L’incontro potrà essere seguito in diretta sul canale YouTube e sulla pagina Facebook del Comune.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X