facebook rss

Operatori balneari pronti a ripartire,
tutti i protocolli da rispettare

GROTTAMMARE - Riunione online di aggiornamento sulle regole da applicare durante l'estate. Il comparto locale conta una cinquantina di concessionari. Il sindaco Piergallini dà seguito alla "stanza digitale operatori balneari"

 

Accoglienza e sicurezza anche in spiaggia, protocolli alla mano per affrontare un’altra stagione estiva condizionata dall’emergenza sanitaria. A poche ore dall’avvio della stagione nelle Marche, a Grottammare si è svolto in modalità remota un incontro tra l’Amministrazione comunale e gli imprenditori balneari (i concessionari sono una cinquantina) per un aggiornamento sulle regole in vigore: all’ordine del giorno, infatti, tutta la normativa legata alle modalità della ripresa economica  del comparto.

La spiaggia di Grottammare

Per il sindaco Enrico Piergallini,  promotore della “stanza digitale operatori balneari” – strumento avviato già nel 2020 dall’Amministrazione per comunicare con gli operatori  anche in tempo di pandemia – è servito per fare chiarezza, con particolare riferimento alla somministrazione di alimenti e bevande all’aperto: «Proseguendo l’esperienza dell’anno scorso e soprattutto dando seguito al principio della partecipazione che informa da anni l’Amministrazione di Grottammare, abbiamo deciso anche quest’anno di ‘aprire’ delle stanze digitali dedicate ad alcune categorie commerciali, per condividere la documentazione e la normativa relativa alle loro attività. L’obiettivo è dare più possibile indicazioni certe, affinché gli operatori sappiano cosa fare, come organizzarsi e quali referenti contattare in caso di dubbio. Da remoto abbiamo iniziato dagli stabilimenti balneari poiché la stagione nelle Marche inizierà in anticipo il primo maggio».

Presenti all’incontro partecipato da una ventina di operatori, anche gli amministratori comunali, il personale tecnico dei servizi di riferimento Demanio, Turismo e Manutenzioni e le associazioni di categoria Confcommercio, Confesercenti e Cna.

Sul tavolo, anche la novità della sicurezza a mare che, da quest’anno, verrà estesa a sud di circa 50 metri necessari a coprire un tratto caratterizzato da forte risacca, mentre per quanto riguarda la fruizione delle spiagge il Comune replicherà l’esperienza dei distanziatori negli arenili pubblici, con l’assistenza di personale ad hoc. Si è accennato anche alle aperture di strutture ricettive, spettacoli all’aperto, cerimonie, intrattenimenti, ecc. oggetto della recente conferenza Stato-Regioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X