facebook rss

La fidanzata lo abbandona in A14,
ora è nel carcere del Marino:
doveva stare ai domiciliari

ASCOLI - Teatro della rocambolesca vicenda, l'area di servizio della A14 Piceno Est. Sul posto è arrivata una pattuglia della Polizia di Porto San Giorgio che, dopo i controlli, ha capito che il 20enne non poteva trovarsi lì

La fidanzata lo abbandona nell’area di servizio dell’autostrada A14. La Polizia stradale lo arresta perché doveva essere a casa, agli arresti domiciliari.

Protagonista di questa rocambolesca vicenda, un giovane di 20 anni, lasciato nell’area di servizio Piceno Est, senza soldi, telefono e documenti, dalla sua ragazza, dopo una furibonda lite.

A seguito della segnalazione dell’aggressione, da parte di alcuni avventori della struttura, immediatamente si è recata sul posto una pattuglia della Polizia Stradale di Porto San Giorgio.

Gli agenti hanno così appreso quanto accaduto. Il malcapitato, nel frattempo, aveva anche chiamato i genitori con il cellulare di un camionista di passaggio per farsi andare a prendere.

All’arrivo dell’auto della Polizia, però, il giovane si è mostrato impaurito ed agitato.

Il particolare non è sfuggito agli agenti, che hanno pertanto ritenuto di approfondire i controlli.

I poliziotti hanno scoperto che il ragazzo non poteva uscire di casa, e quindi non poteva trovarsi lì, perché agli arresti domiciliari.

L’evaso, pertanto, dopo essere stato accompagnato nella sede della Polizia Stradale di Fermo, è stato arrestato e trasferito nel carcere ascolano del Marino.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X