facebook rss

Si barrica al Pronto Soccorso
brandendo una siringa
intrisa di sangue

E' ACCADUTO all'ospedale di Fermo. Un 46enne di Porto San Giorgio è stato bloccato dai Carabinieri e trasferito nel reparto Psichiatria. Dovrà anche rispondere di resistenza pubblico ufficiale e interruzione di servizio di pubblica utilità

 

 

Momenti di paura al Pronto Soccorso dell’ospedale “Murri” di Fermo, dove un uomo si è barricato minacciando i presenti con una siringa intrisa di sangue, mentre nell’altra mano stringeva alcuni aghi.

Immeditato e risolutivo l’intervento dei Carabinieri della Compagnia e della sezione Radiomobile di Fermo, coordinati dal sottotenente Luciani, e che al loro arrivo hanno, per prima cosa, provveduto a mettere in sicurezza l’area.

I militari sono riusciti a bloccare l’uomo, un 46enne di Porto San Giorgio, noto alle forze dell’ordine come assuntore di stupefacenti, approfittando di un momento di disattenzione dovuto anche al suo stato di alterazione psico fisica.  

Il 46enne è stato poi trasferito nel reparto psichiatria dell’ospedale fermano. Per lui, ovviamente, è scattata la denuncia, alla locale Procura della repubblica, per resistenza a pubblico ufficiale ed interruzione di servizio di pubblica utilità.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X