facebook rss

“Viaggi e sorrisi” nelle Marche
Nel travel blog i consigli di una mamma
campionessa di zaino in spalla

L'INTERVISTA a Marta Mancini, creatrice del sito che conduce alla scoperta dei luoghi insoliti della regione e non solo. I percorsi per famiglie e l'amore per i Monti Sibillini: «Viaggiare è il modo più bello di conoscere, scoprire e soprattutto di imparare»

 

Marta Mancini

Marta Mancini

di Francesca Marchetti

Marta Mancini, maceratese 23enne da un po’ di tempo, è campionessa di zaino in spalla e non ha più spazio per gli adesivi ricordo sulle sue valigie da viaggio. Stare ferma non è mai stato il suo forte, e sin da piccola, con familiari e amici, ha girato in lungo e in largo. Ha un lavoro da impiegata e da qualche anno fa anche la mamma ma la sua passione non è si è affievolita negli anni, e un giorno ha deciso di condividerla sul web.

Marta e Simone

Marta e Simone

Il risultato è “Viaggi e Sorrisi”, blog di viaggi ed escursioni che strizza l’occhio alle famiglie con bambini che amano scoprire luoghi insoliti e speciali delle Marche e d’Italia.

Simone, suo marito, è compagno di viaggi e primo sostenitore del blog. Suo figlio e sua figlia sono invece impagabili consulenti il cui compito è fornire spunti interessanti, tra buffe e divertenti esclamazioni e la gioia negli occhi ad ogni nuova scoperta.

I racconti di viaggio di Marta, che fa parte dell’associazione italiana Travel Blogger, sottolineano le impressioni ed emozioni che le lasciano i luoghi visitati con la sua famiglia, ma anche curiosità e tradizioni locali e molti consigli pratici per viaggiare in serenità con i più piccoli.

Marta, quando e perché hai deciso di aprire il tuo blog?

«Ho sempre sognato di avere un angolo virtuale per condividere le mie avventure e un giorno del 2015 è nato “Viaggi e Sorrisi”. I viaggi sono la mia passione. E i sorrisi? Sono quelli che arricchiscono le nostre giornate e i nostri viaggi. Sono quelli della gente che incontriamo nel nostro girovagare e che riesce a rendere unica ogni vacanza. Devi sapere che quando ritorno in un luogo che ho già avuto il piacere di vivere non ricordo solo le cose belle da fare e vedere in quel posto ma ricordo i sorrisi sinceri delle persone che mi hanno accolto, di coloro che mi hanno aperto le porte della loro attività, mi hanno guidato per le vie del paese, mi hanno emozionato con le loro storie. Ecco come è nato il nome del mio blog “Viaggi e Sorrisi”».

Samuele e Martina in Val di Non

Samuele e Martina in Val di Non

Quali le tue mete preferite da bambina, da adulta e poi da mamma?

«Sono sempre stata appassionata di viaggi e delle Marche. I miei genitori mi hanno trasmesso la passione per la mia stupenda regione. Da piccolini non abbiamo avuto modo di fare grandi viaggi ma spesso la domenica si andava a spasso per l’entroterra marchigiano, sono loro ad avermi trasmesso questa passione per il territorio. Poi quando ho conosciuto mio marito Simone abbiamo iniziato a scoprire per l’Europa. Quando sono arrivati Samuele e Martina, non abbiamo smesso di viaggiare ma solo preferito mete più vicine e così ci siamo dedicati alla scoperta dell’Italia ma soprattutto delle nostre adorate Marche».

Quali sono i vostri luoghi preferiti nelle Marche e nel maceratese, tua zona di origine?

«Adoro il Parco del Monte del Conero e i Monti Sibillini e ogni volta che mi trovo a percorrere i sentieri di questi luoghi torno a casa felice ed emozionata. Tra i luoghi del cuore non posso non menzionare l’Abbazia di Fiastra, luogo amato sin da piccina è la mia città natale, Macerata “granne”. I piccoli amano molto passeggiare e scoprire la natura, un luogo che hanno apprezzato tanto è il Bosco dei Folletti di Urbania, posto magico per le famiglie così come il fiume incantato di San Vittore di Cingoli».

RisorgiMarche su Viaggi e Sorrisi

RisorgiMarche su Viaggi e Sorrisi

Qualche episodio particolare che ti piace ricordare?

«Lungo i sentieri più volte mi è capitato di incrociare altre persone che mi riconoscono e mi fermano per ringraziami perché grazie al mio blog hanno scoperto tanti luoghi nuovi. Questo mi rende davvero entusiasta ed è proprio per questo che continuo a scoprire le Marche e l’Italia per poi condividere tanta bellezza con i miei lettori e lettrici. Qualche anno fa stavo partendo per andare ad uno dei concerti di RisorgiMarche e il mio bimbo, che allora aveva 5 anni, mi ha pregato di portarlo con noi. Ho provato a spiegare che il percorso da fare a piedi era lungo e non era semplice per un bimbo ma lui è voluto venire con me. Morale della favola? Siamo arrivati al concerto e il piccolo si ricorda ancora oggi la gioia di quel giorno. Naturalmente poi l’ho portato con me anche ad altri concerti e ogni tanto mi chiede “Ma quando ricomincia RisorgiMarche?”».

Consigli pratici e non alle mamme che vogliono viaggiare con i figli piccoli?

«Viaggiare è il modo più bello di conoscere, scoprire e soprattutto di imparare. Viaggiare con bimbi e bimbe piccoli non è facile ma è meraviglioso vedere i loro occhi curiosi che scoprono il mondo. Consigli pratici da mamma a mamma? Rispetta sempre orari e routine di bimbi e bimbe. Concedi dei momenti di riposo, gioco e relax durante i viaggi. Informati bene prima di partire per qualsiasi destinazione e se possibile inserisci sempre nell’itinerario una sosta ad un parco giochi. Per le prime escursioni a piedi valuta i percorsi, la difficoltà degli stessi e i tempi di percorrenza, infine scegli quelli più adatti ai tuoi bimbi, magari iniziando proprio da quelli più semplici. Ricorda, i bambini e le bambine si adattano molto più in fretta degli adulti, inizia a farli viaggiare fin da piccolini».

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X