facebook rss

Cavalieri al Merito:
«Vanto per la città,
esempio per i giovani»

ASCOLI - Sono le parole del sindaco Marco Fioravanti alla consegna delle onorificenze, in Prefettura il 4 giugno. Nell'occasione, un messaggio ai ragazzi ascolani: «Questa città non limita la possibilità di raggiungere traguardi importanti. L’Amministrazione comunale è pronta a sostenervi»

 

Il sindaco Fioravanti alla consegna dei diplomi ai Cavalieri al Merito

 

di Maria Nerina Galiè

Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti non è voluto mancare alla cerimonia di consegna dei diplomi ai nuovi Cavaliere dell’Ordine al Merito, oggi 4 giugno, in Prefettura.
Accanto a Carlo De Rogatis, il prefetto, e ai rappresentanti degli ambiti in cui i premiati fanno hanno operato, meritando il titolo, c’era anche il primo cittadino, palesemente orgoglioso dei suoi concittadini, e pronto a lanciare un messaggio ai più giovani.
«E’ stato un momento di grande emozione – le sue parole – anche perché i neo Cavalieri rappresentano un’eccellenza per la città, oltre che nel loro lavoro. Hanno ricoperto con passione e competenza ruoli difficili. Questo riconoscimento è un vanto, per loro ma anche per la città stessa, valorizzata da persone di tali qualità e che possono fare la differenza nell’ambito delle istituzioni ma anche nel privato».
Dai professionisti affermati a chi deve costruirsi un futuro. I ragazzi di Ascoli, spesso sono attratti da altre realtà, considerate più appetibili e ricche di opportunità. I più capaci, capita che se ne vanno.  Ma il sindaco Fioravanti è pronto a ribattere.
«Ritengo che vengano messi troppo in luce esempi negativi, a discapito di quelli postivi. Oggi ne abbiamo la testimonianza diretta, attraverso l’esperienza di persone che si sono contraddistinte nel lavoro e nella vita.
Sono un chiaro esempio del fatto che Ascoli non limita le opportunità e la possibilità di raggiungere traguardi importanti, di crescere professionalmente e contribuire quindi alla crescita della società, nel pubblico e nel privato.
L’Amministrazione comunale è pronta a sostenere i giovani ascolani e sollecitarli allo studio, allo spirito di sacrificio, all’allenamento costante».
«Ma Ascoli è anche una città aperta– conclude il sindaco – che stimola i ragazzi ad andare fuori, a girare il mondo, per fare esperienza e mettersi in gioco. Ma è nostro obiettivo anche quello di farli tornare, con il loro bagaglio “arricchito” da nuove competenze.
Noi ci siamo, pronti a sostenerli e valorizzarli».

Cavalieri al merito: emozione e orgoglio alla consegna dei diplomi ai primi 6 del Piceno (Foto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X