facebook rss

“Pupun”, arriva nel Piceno
un nuovo Festival: primo in Italia
su 643 progetti presentati

PICENO - Dal Mic un finanziamento di 250.000 euro a seguito dell'avviso pubblico "Borghi in Festival". Il presidente del Bim Tronto: «Siamo orgogliosi». «Traguardo fondamentale per un territorio forte che sta emergendo con grandissime progettualità». Comunanza è il Comune capofila. Ecco gli altri enti coinvolti e di cosa si tratta

Luigi Contisciani

Si chiama “Pupun Festival Filiere Futuro” ed è il progetto, con capofila il Comune di Comunanza, che è arrivato primo nella classifica (vedi sotto) stilata dal Ministero della Cultura a seguito dell’avviso pubblico “Borghi in Festival” per la rigenerazione culturale, turistica ed economico-sociale dei piccoli Comuni italiani.

E’ arrivato primo, con il punteggio di 100 su 100/100, su 643 progetti presentati e naturalmente primo tra gli 8 finanziati. Si è così guadagnato un finanziamento di 250.000 euro su un costo complessivo di 327.000 euro di cui 77.000 a carico di Bim Tronto, Fondazione Carisap ed Esco Bim. Il Piceno si arricchisce di un altro interessante Festival  che prevede un fitto programma di eventi culturali, concerti, spettacoli teatrali e performance varie.

«E’ un risultato che ci riempie di orgoglio», commenta Luigi Contisciani presidente del Bim Tronto, che ha dato il principale supporto per la elaborazione del progetto insieme ad una compagine di partenariato che vede Fondazione Carisap, Symbola, Unicam, Form, Mac e Pop Studio, Appennino Up, Bottega del Terzo Settore, Esco Bim, Opera e Casa Asterione.

Oltre al Comune di Comunanza, capofila, “Pupun Festival”, vede in rete la partecipazione dei Comuni Acquasanta Terme, Castignano,  Montegallo, Palmiano, Roccafluvione e Rotella.
«Il Mic ha riconosciuto – sottolinea Luigi Contisciani – la valenza di una visione del territorio, portata avanti dal Bim Tronto in questi ultimi anni, nel mettere in rete comunità e luoghi attraverso progettualità di filiera, tra cultura, turismo ed economia circolare. Un lavoro faticoso ma convinto che oggi comincia a dare i suoi primi, fondamentali, risultati riconosciuti in tutta Italia.

Il Piceno, primo su tutti, sarà al centro di un festival che mescola residenze artistiche, eventi, saper fare, scoperta del territorio e inclusione.
Un traguardo fondamentale per un territorio forte che sta emergendo con grandissime progettualità sulla cultura, il turismo e l’ambiente grazie anche al progetto di destinazione turistica Mete Picene. Orgogliosi ed emozionati di rappresentare le Marche in tutta Italia, tenendo conto anche del grande lavoro che la Regione Marche sta concentrando sulla valorizzazione dei borghi.

Siamo certi che sarà solo l’inizio di un lungo e proficuo percorso con il presidente Francesco Acquaroli e l’assessore Giorgia Latini. Grazie alla grande squadra che ha lavorato per questo risultato strabiliante e grazie, in particolare, a Marchingegno per la progettazione e il supporto tecnico».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X