facebook rss

La tragedia di Martinsicuro,
si attende il responso dell’autopsia

E' STATA disposta dalla Procura della Repubblica di Teramo, viene effettuata oggi dal medico legale presso l'obitorio dell'ospedale del capoluogo abruzzese. La piccola vittima, di origine nigeriana, avrebbe compiuto due anni a dicembre. In casa c'erano anche la mamma e altri due familiari. Sgomento e dolore

 

di Andrea Ferretti

 

Verrà effettuata oggi pomeriggio l’autopsia sul corpo del bambino di appena un anno e mezzo morto nella tarda serata di ieri, giovedì 10 giugno, a Martinsicuro dopo essere precipitato da un balcone situato al terzo piano dell’edificio dove viveva con la sua famiglia.

Il corpicino è stato trasferito all’obitorio dell’ospedale di Teramo, dove il medico legale incaricato dalla Procura della Repubblica del capoluogo, effettuerà tutti gli accertamenti dovuti.

E’ stata una terribile disgrazia. Almeno finora è questo quanto trapela dai Carabinieri, che sono intervenuti con diverse pattuglie sul posto non appena è stato lanciato l’allarme.

Numerose e immediate, infatti, sono state le telefonate che sono giunte sia al 112 che al 118. A farle, per prime, le persone che si trovavano in strada ed hanno in pratica assistito alla tragedia.

Disperata, e purtroppo inutile, la corsa dell’ambulanza del 118: il bimbo è morto sul colpo.

Il piccolo, di origine nigeriana, si trovava a sul balcone della sua abitazione, una palazzina situata quasi all’inizio del lungomare, nella zona nord di Martinsicuro.

L’ospedale di Teramo

In casa, in quel momento, c’erano anche la mamma e altri due familiari. Ai quali, evidentemente, è sfuggito il controllo del piccolo che è poi precipitato.

Tutti sono stati ascoltati dai Carabinieri, così come i militari hanno raccolto testimonianze sentendo le persone presenti al momento della disgrazia nelle vicinanze.

La piccola vittima avrebbe compiuto due ani il prossimo dicembre. A Martinsicuro, ma non solo nella località turistica abruzzese, c’è grande sgomento e un dolore indicibile per una tragedia che non poteva e non doveva accadere.

Il bambino in quel momento era solo sul balcone? Si è arrampicato su qualcosa, magari una sedia o uno sgabello? Il balcone era a norma oppure c’era qualche falla che gli ha consentito di sporgersi pericolosamente e poi cadere nel vuoto?

Sono tutte domande alle quali gli investigatori dell’Arma cercheranno di dare una risposta. Al momento è comunque tutto in stand by, in attesa del responso dell’autopsia.

Giù dal balcone, tragica fine di un bimbo di un anno e mezzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X