Quantcast
facebook rss

Quintana: assalto alla biglietteria,
per la prima volta sfileranno solo 4 dame

ASCOLI - A ruba i tagliandi per assistere alla Giostra in notturna del 10 luglio, con persone in fila in Piazza del Popolo fin dalla prima mattina. Per la prima volta nella storia della rievocazione, nel corteo non saranno presenti 6 dame: Porta Solestà e Porta Maggiore optano per la "coppia nobile". Nelle sedi di Sestiere serate e tifo per gli azzurri
...

Ragazzi in fila questa mattina venerdì 2 luglio davanti alla biglietteria di Piazza del Popolo

 

di Andrea Ferretti

 

Quando l’addetta alla biglietteria questa mattina venerdì 2 luglio si è recata al lavoro per aprire l’ufficio a pianoterra di Palazzo dei Capitani, c’erano già decine di persone in fila. Una coda che raggiungeva il colonnato opposto di Piazza del Popolo.

Oggi, venerdì 2 luglio, in tutta Italia è il giorno di Italia-Belgio, quarto di finale degli Europei. Ad Ascoli anche il giorno della vendita dei biglietti – poco più di 600 – per assistere alla Giostra in notturna di sabato 10 luglio al Campo dei Giochi.

Come era nelle previsioni, il botteghino è stato preso d’assalto per acquistare i biglietti di tribuna centrale coperta (50 euro), tribune laterali (35 euro), gradinata (18 euro).

Cioè i tagliandi rimasti disponibili, sui 1.000 totali a cui vanno sottratti quelli prenotati (e venduti) dai sei Sestieri che mercoledì 30 giugno e giovedì 1 luglio hanno esercitato il diritto di prelazione, come stabilito dall’Amministrazione comunale e dal Consiglio degli Anziani.

La maggior parte delle persone in fila, direttamente interessate o con semplici compiti di “postino”, sono giovani e giovanissimi. Un aspetto, questo, che tutto il mondo quintanaro deve accogliere con gioia e soddisfazione.

Tornando al calcio, che in questi giorni ad Ascoli fa rima con Quintana, oggi venerdì 2 luglio è anche il giorno in cui i Sestieri cominciano a fare sul serio con gli eventi, alcuni dei quali inevitabilmente collegati alle partite degli azzurri.

Ecco allora che nel giardino di Palazzo Sgariglia il Sestiere di Sant’Emidio presenta “Grill Fuego Show” e a Porta Romana c’è la serata con “Pizzeria da Bruno”. Sempre a Porta Romana si prosegue sabato 3 luglio con “La prima porta”, evento dedicato alla storia e alle origini del simbolo del Sestiere. Alle ore 17 pulizia della storica Porta Gemina con la presenza di mini guide rossoazzurre e una visita guidata al patrimonio culturale del Sestiere in collaborazione con “Le Marche Experience”, alle 20 cena popolare, alle 22 pittura del disegno davanti alla Porta Gemina.

LE DAME – Sul fronte delle dame, le cui presentazioni fino al 2019 erano considerate piccoli eventi ma che ora il covid ha ridimensionato, due Sestieri hanno svelato quelle di luglio: Luigina Bachetti di Porta Romana e Ilenia Ferri di Porta Tufilla. Sant’Emidio lo farà sabato 3 luglio, la Piazzarola martedì 6 luglio.

E ci fermiamo qui, perchè Porta Solestà e Porta Maggiore hanno deciso – seguendo l’opzione suggerita dal coreografo Mirko Isopi che ha buttato giù uno schema tipo per il corteo di Sestiere – di far sfilare la cosiddetta “coppia nobile” al posto della dama.

Ecco allora che per la prima volta nella storia della Quintana non saranno sei le dame a sfilare. Il covid può combinare pure questo.

LE PROVE – Mercoledì 7 luglio, con inizio alle ore 21, ci sono le prove generali dei figuranti al Campo dei Giochi. Si svolgeranno nel rispetto dei protocolli covid: distanziamento tra le persone e uso obbligatorio della mascherina da parte di tutti. La Quintana è stata finora un esempio per tutti, compresi gli chalet della riviera e gli organizzatori di feste che fanno finta che il covid sia ormai debellato.

Corteo ridotto, figuranti distanziati, grandi raccomandazioni ai coordinatori di corteo per il rispetto delle distanze, posti ampliati e riservati al Campo dei Giochi (sia per gli spettatori che per i figuranti), prove dei cavalli a porte chiuse per il pubblico e con tutti i presenti dotati di green pass, figuranti di luglio che senza la necessaria documentazione sanitaria possono starsene a casa. Un esempio di serietà e di responsabilità, un esempio da seguire.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X