Quantcast
facebook rss

“Joint Secap”,
un video per promuovere
una Riviera sostenibile

SAN BENEDETTO - I registi Giacomo Cagnetti e Rovero Impiglia ripercorrono i 30 mesi di lavoro del progetto europeo che punta a ridurre le emissioni di CO2. Si va verso l'adozione di un piano congiunto, pronto anche un primo documento riassuntivo
...

Dopo 30 mesi di lavoro si avvia ormai alla conclusione Joint Secap, il progetto europeo volto alla sensibilizzazione in materia di cambiamenti climatici. L’iniziativa ha visto il Comune di San Benedetto partner capofila di un programma che ha coinvolto diverse realtà costiere di Italia e Croazia in nome di una problematica comune e quanto mai attuale.

Per la sponda nostrana, anche le amministrazioni di Grottammare, Cupra Marittima e Monteprandone hanno aderito al progetto, contribuendo attivamente all’imminente presentazione di un Piano per l’energia sostenibile e il clima della Riviera (Paesc o, nell’acronimo inglese, Secap) congiunto (Joint) che questi comuni si sono impegnati a redigere nell’ambito dell’iniziativa europea del Patto dei sindaci, con l’obiettivo di unire le forze e combattere insieme il cambiamento climatico.

Per questa ragione, i registi sambenedettesi Giacomo Cagnetti e Rovero Impiglia hanno realizzato e pubblicato sul canale YouTube del Comune un video riassuntivo del confronto che ha visto protagonisti i soggetti pubblici e privati coinvolti nel progetto, tra alluvioni, dissesto idrogeologico, erosione costiera, innalzamento delle temperature e consumo di suolo. Gli argomenti in questione sono affrontati attraverso la voce di alcuni giovani, che interrogano la coscienza collettiva sul futuro che attende chi verrà dopo di noi.

Oltre al video, il comitato di Joint Secap ha redatto un documento informativo che ripercorre tutte le tappe del lavoro svolto, in una sorta di piccolo antipasto del resoconto finale che verrà presentato ufficialmente a settembre, prima dell’invio definitivo all’Unione europea.

Il documento, consultabile sul sito web del Comune nella sezione “Area tematica – Progetti comunitari”, illustrerà il programma di interventi che le Amministrazioni intendono portare avanti per ridurre le emissioni di CO2 con orizzonte temporale fissato al 2030


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X