Quantcast
facebook rss

Esulta pure Monsampolo:
1,4 milioni di euro per il centro storico

FINANZIATO il progetto del Comune nell’ambito del “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare” del Ministero per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibili. Il sindaco Massimo Narcisi: «E' un risultato straordinario»
...

 

Un milione e quattrocentomila euro in arrivo a Monsampolo del Tronto nell’ambito del “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare” (PinQua), promosso dal Ministero per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibili (Mims) e volto alla riqualificazione dei centri urbani, alla riduzione del disagio abitativo e a favorire l’inclusione sociale.

Il Comune di Monsampolo, infatti, nel marzo scorso ha aderito al progetto “R(9) Marche Rinnova Marche: nove interventi per riabitare i centri storici in qualità urbana e sicurezza”, promosso dalla Regione Marche in collaborazione con l’Erap Marche e con il supporto tecnico scientifico dell’Università Politecnica delle Marche, che ha visto coinvolti altri otto Comuni marchigiani e che ha ottenuto un finanziamento complessivo di quasi quindici milioni di euro.

Il sindaco Narcisi

La misura prevista per Monsampolo ha l’obiettivo di “Ricucire l’arcipelago delle funzioni culturali” attraverso importanti interventi di riqualificazione del centro storico, a partire dall’area del Parco della Rimembranza con la demolizione e ricostruzione dell’edificio dell’ex falegnameria, oggi in stato di abbandono, prevedendo l’inserimento di funzioni urbane innovative con finalità aggregative, sociali e artistico culturali. La ristrutturazione impiantistica e ri-funzionalizzazione dell’edificio di proprietà comunale in Corso Vittorio Emanuele, oggi adibito ad archivio, i cui spazi al piano terra verranno attrezzati al fine di rendere accessibile l’adiacente ex teatro attraverso l’inserimento di un ascensore pubblico e ai piani superiori verranno ristrutturati gli spazi residenziali pubblici, con funzioni innovative di social housing. A questi, si aggiungo anche la manutenzione delle facciate dell’edificio residenze Erap Marche di Piazza Castello e gli interventi di riqualificazione di Piazza Marconi, Corso Vittorio Emanuele e Piazza Castello al fine di migliorare la sicurezza e l’accessibilità al centro storico, attraverso la realizzazione di una nuova pavimentazione, inserimento di illuminotecnica e di sensori intelligenti per monitorare il rischio sismico.

«Siamo davvero molto soddisfatti di questo finanziamento – dichiara il sindaco Massimo Narcisi – il più importante nella storia di Monsampolo. Un risultato straordinario che ci vede fra i 271 progetti di riqualificazione urbana finanziati dal Ministero per le infrastrutture e che ci ripaga di tutto il lavoro che stiamo facendo nonostante le tante difficoltà. “Ricucire l’arcipelago delle funzioni culturali” è un progetto molto ambizioso che definisce la strategia della Monsampolo del futuro e che, tra i vari interventi previsti, consentirà soprattutto di acquistare e riqualificare l’area della ex falegnameria nel Parco della Rimembranza, da decenni in stato di abbandono e degrado che finalmente potrà tornare a nuova vita. Ora ci aspetta un grande lavoro che non vediamo l’ora di iniziare: nelle prossime settimane incontreremo i referenti della Regione e della Politecnica delle Marche per definire la progettazione degli interventi previsti e avviare quella riqualificazione del nostro Borgo, per la quale ci eravamo impegnati in campagna elettorale e che oggi, grazie a questo prezioso finanziamento, potrà finalmente diventare realtà».

Nuovo look per centro storico e frazioni: Ascoli esulta per i 90 milioni Il sindaco Fioravanti: «Quando me l’hanno detto, ho pianto»

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X