Quantcast
facebook rss

Ascoli: Silva e Pergolizzi
per il settore giovanile,
manca ancora l’ufficialità

CALCIO - Confermata per domenica 8 agosto l’amichevole di prestigio contro il Napoli. Intanto per il vivaio sono state individuate due figure come i due ex: il primo sarà responsabile, il secondo allenatore della Primavera
...

di Salvatore Mastropietro

Dopo la fine del ritiro di Cascia, l’Ascoli sta osservando qualche giorno di riposo prima di riprendere da domani, mercoledì 4 agosto, l’ultima parte del precampionato. La squadra bianconera disputerà nella giornata di domenica 8 agosto un’amichevole di prestigio contro il Napoli in quel di Castel di Sangro, dove la compagine partenopea soggiornerà prima dell’inizio della Serie A.

L’undici bianconero sceso in campo nell’amichevole contro la Viterbese

Il riposo non riguarda, però, la dirigenza. Il direttore sportivo Fabio Lupo è molto attivo in sede di mercato, seppur in questa fase nessuna trattativa sembri entrare nel vivo. Dovrebbe arrivare a breve l’ufficialità dell’ingaggio di Eric Botteghin, difensore brasiliano ex Feyenoord che andrà a rinforzare la difesa di mister Sottil e il livello di esperienza della rosa. Le piste che si riscalderanno maggiormente nei prossimi giorni riguarderanno, invece, il settore offensivo: l’Ascoli è forte su Stepinski, ma ci vorrà ancora un po’ per sbloccare la difficile trattativa.

Massimo Silva

Non solo mercato, però, sul tavolo dei dirigenti bianconeri. In vista dell’inizio della nuova stagione resta da programmare tutto quello che concerne il settore giovanile. Dopo un campionato vissuto tra mille difficoltà e diversi errori di programmazione, l’anno sportivo ormai alle porte dovrà rappresentare un’occasione di riscatto da questo punto di vista. Per farlo, la società ha individuato due figure già parecchio note nell’ambiente bianconero: Massimo Silva nel ruolo di responsabile del settore giovanile e Rosario Pergolizzi come allenatore della formazione Under 19, che disputerà il campionato di Primavera 2.

Rosario Pergolizzi

Si è deciso di puntare, dunque, su due elementi di grande esperienza, che conoscono molto bene la piazza e le specificità del bacino di talenti da cui ha storicamente spesso attinto il club di Corso Vittorio. Manca ancora l’ufficialità, che dovrebbe arrivare a breve. Sembra superata, salvo clamorosi colpi di scena, la concorrenza di Sandro Pochesci, che in un primo momento era stato il favorito per prendere in mano le redini del settore giovanile.

Entrambi sono stati all’Ascoli sia da giocatori sia da allenatori e dovranno cimentarsi adesso in un ambito che ha sempre rivestito grande importanza nella storia della società. Affinché si torni a ciò, tuttavia, serviranno scelte chiare, programmi ben strutturati e soprattutto pazienza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X