Quantcast
facebook rss

Il vento abbatte alberi e cartelloni,
notte di lavoro per i Vigili del fuoco
che poi vanno in aiuto a Cosenza

COLPITE le zone di Offida, Ripatransone e Grottammare. Interventi anche lungo il tratto piceno dell'autostrada A14 e a San Benedetto. In campo diverse squadre di pompieri. Nessun ferito. Nel cuore della notte la partenza di sette uomini e cinque mezzi (da Ascoli e da Fermo) per la Calabria dove sta divampando un grosso incendio, un autentico disastro ambientale
...

 

di Andrea Ferretti

 

Dopo giorni di caldo africano, le follie del meteo la notte scorsa hanno prodotto terribili raffiche di vento che si sono abbattute sul territorio piceno. Particolarmente colpite le zone di Offida, Ripatransone e, quindi la Valtesino fino alla costa: Grottammare e San Benedetto.

Il centralino del comando provinciale dei Vigili del fuoco di Ascoli è stato tempestato da chiamate, ed è stata una notte particolarmente impegnativa.

La situazione è andata poi via via migliorando, ma alcune squadre sono ancora all’opera per la messa in sicurezza. Come a San Benedetto dove alcuni cartelloni nella zona del Ballarin rappresentano un pericolo sia per le auto in transito che per i passanti.

Sulle sedi stradali sono caduti numerosi rami, e la tempesta di vento non ha risparmiato nemmeno l’autostrada A14. Nel tratto di Grottammare, infatti, è caduta una pianta ed è lì che è intervenuta immediatamente una squadra dei Vigili del fuoco del Distaccamento di San Benedetto che ha così evitato pericolose conseguenze.

Su Ascoli, invece, dove si è abbattuto un improvviso e breve temporale, il vento non ha destato particolari preoccupazioni.

La caserma dei Vigili del fuoco di Ascoli

Nel pieno del lavoro, al centralino dei Vigili del fuoco di Ascoli è giunta la chiamata del proprio centro operativo nazionale di Roma che ha chiesto un immediato appoggio per il devastante incendio che in Calabria sta distruggendo diverse decine di ettari di bosco e macchia mediterranea. Un autentico disastro ambientale, purtroppo di origine dolosa. Le fiamme non accennano a placarsi nella provincia di Cosenza, tra i comuni di Castrovillari, Saracena e Firmo. L’alta temperatura e il forte vento non possono che alimentarle. C’è anche un ferito.

Dalla caserma di Ascoli si sono allora messi in movimento quattro automezzi e cinque uomini. Dal Distaccamento di Fermo sono partiti invece un automezzo e due vigili. In totale, insomma, il Piceno e il Fermano stanno aiutando la Calabria con 7 pompieri e ben cinque mezzi, giunti sul posto all’alba di oggi, giovedì 5 agosto.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X