Quantcast
facebook rss

Femminicidio, piange anche il Piceno:
Silvia Manetti ha vissuto
per 20 anni ad Ascoli

TRAGEDIA - La donna, 46 anni e mamma di due ragazzi, è stata uccisa dal compagno a Monterotondo Marittimo (Grosseto). A darne il triste annuncio uno degli ex colleghi dell'Ipercoop del "Città delle Stelle", dove la donna lavorava quando viveva in città
...

 

Silvia Manetti (foto da facebook)

 

Un altro femminicidio in Italia. E stavolta per la vittima, che ha perso la vita per mano del suo compagno, piange anche il Piceno. Silvia Manetti, 46 anni e mamma di due ragazzi di 10 e 14 anni, ha vissuto ad Ascoli per vent’anni, con il marito Cesare e lavorava all’Ipercoop del “Città delle Stelle”.

Rimasta vedova, la donna ha deciso di rifarsi una vita in Toscana, a Monterotondo, insieme Nicola Stefanini, 48 anni, operaio.

E’ stato proprio quest’ultimo ad ucciderla, con un coltello, per poi costituirsi.

I Carabinieri di Grosseto sono al lavoro per ricostruire i fatti e le cause che hanno portato ad un gesto così crudele. Dalle prime risultanze, sembra che la tragedia sia avvenuta dopo una cena di anniversario della coppia. Al ritorno in auto, l’uomo si è fermato e, in una zona appartata, avrebbe commesso il brutale omicidio.

Subito dopo Stefanini ha chiamato le forze dell’ordine per raccontare cosa aveva fatto. Sotto di shock e con i vestiti ancora sporchi di sangue, è stato arresto.

Il corpo della donna è stato trovato sul sedile del passeggero della macchina: presentava una profonda ferita alla gola.

“Ci ho riflettuto molto prima di postare questa notizia, poi ho voluto darla, perché la Coop non è solo una cooperativa, dentro quei punti vendita si diventa famiglia, quindi credo sia doveroso ricordarne un membro scomparso in questo modo tragico e inspiegabile”, scrive sui social una ex collega che prosegue: “Silvia ha lavorato all’Ipercoop Città delle Stelle con me e molti miei colleghi per molti anni. Non potevo non darne la notizia ai Soci che sicuramente hanno un bel ricordo di lei. È stata uccisa barbaramente da un compagno che diceva di amarla, l’ennesimo femminicidio senza ragione. Silvia non ha avuto una vita facile, ma ha continuato a credere nell’amore, nonostante tutto. Questa sera e questa notte il mio pensiero va a lei e ai suoi due bimbi”.

m.n.g.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X