Quantcast
facebook rss

Frontale in galleria, due feriti
Salaria chiusa in ambo i sensi

ASCOLI - L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio all'altezza di Mozzano. Un furgone e un'auto si sono scontrati forse a causa di un colpo di sonno di uno dei due conducenti. Feriti due cinquantenni, entrambi condotti all'ospedale "Mazzoni". Data la durezza dell'impatto, poteva andare molto peggio. Traffico dirottato nel centro abitato della frazione
...

L’auto coinvolta nell’incidente nella galleria di Mozzano

 

di Luca Capponi 

 

Uno scontro tra due mezzi, un Ducato ed un’autovettura, ha provocato il ferimento di due persone lungo la Salaria, all’interno della galleria di Mozzano, a una manciata di chilometri da Ascoli.

Si tratta di un 50enne, che era alla guida del furgone diretto verso Roma, e di un 53enne, straniero, residente ad Alba Adriatica (Teramo) che transitava in direzione opposta. Le loro condizioni sono da verificare ma, vista la portata dell’impatto, poteva andare molto peggio.

Sono stati entrambi soccorsi sul posto e poi trasportati al Pronto Soccorso dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli.

Alla base del sinistro sembra ci sia il colpo di sonno di uno dei due conducenti, che viaggiavano entrambi da soli.

È accaduto intorno alle ore 18,30, momento in cui è giunta la richiesta di soccorso. Sul posto sono giunti subito gli operatori del 118, la postazione della Croce Verde di Acquasanta Terme, i Vigili del Fuoco, la Polizia Stradale e la Polizia Municipale di Ascoli.

Data la violenza dello scontro, con le auto finite proprio al centro della carreggiata, si è optato per la chiusura della strada in entrambi i sensi, col traffico deviato – per chi era diretto verso Ascoli- sulla strada vecchia che attraversa il centro abitato di Mozzano.

Come detto, per fortuna, le due persone hanno riportato traumi e ferite, ma erano entrambi coscienti dopo il terribile impatto, quindi non in pericolo di vita.

I pompieri sono al lavoro per far sì che la Salaria, rimasta chiusa per oltre tre ore, torni al più presto percorribile.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X