Quantcast
facebook rss

Ponti storici, Rosa (Lega):
«Riapriamoli
senza impattare sui privati»

ASCOLI - Il consigliere comunale del carroccio primo firmatario di una mozione che impegna la giunta a procedere, senza espropri, per il Ponte di Cecco e per il passaggio interno del Ponte Romano di Porta Solestà
...

Il Ponte Romano di Porta Solestà

 

Riaprire il Ponte di Cecco e il passaggio interno del Ponte Romano di Porta Solestà, monumenti imprescindibili per la proposta di “Ascoli capitale della cultura 2024”, senza espropriare o invadere proprietà private.

Il Ponte di Cecco sbarrato

Lo chiede ad Ascoli, con una mozione, il gruppo consiliare della Lega. «Il Ponte di Cecco e il Ponte Romano di Porta Solestà sono tra i monumenti più famosi e suggestivi della città, indispensabili biglietti da visita per il riconoscimento di “capitale della cultura 2024” – dice il consigliere comunale della Lega Alessio Rosa, primo firmatario della mozione sottoscritta dai gruppi di maggioranza – i due ponti esprimono quel legame tra territorio e genius loci che è alla base dei nuovi turismi».

«Recuperarli equivale a qualificare a mettere sul tavolo due assi dell’offerta turistica e culturale, ma anche logistica di una città nota anche come la città di Cecco. Siamo certi che l’intera assise comunale condividerà questa visione e la necessità di procedere celermente – conclude Rosa – perchè la cultura è vita, e Ascoli ha tutte le carte in regola per vivere una nuova età dell’oro poggiando sulla sua millenaria, straordinaria cultura».

“Scorfena della settimana” al Ponte di Cecco diventato off limits


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X