Quantcast
facebook rss

Traffico e mobilità, Cava (FdI):
«Necessaria una rivoluzione dell’offerta»

SAN BENEDETTO - Il coordinatore comunale di Fratelli d’Italia illustra le proposte del partito per la viabilità cittadina. Parcheggi scambiatori, metropolitana di superficie e piste ciclabili tra i cardini del programma elettorale in vista delle prossime comunali
...

 

di Federico Ameli

 

«Incrementare la diffusione di tutte le forme di condivisione dei mezzi e dell’uso del trasporto pubblico è un preciso obiettivo che Fratelli d’Italia intende realizzare partendo dal principio che una mobilità diversa da quella dell’automobile si avrà solo quando l’uso di mezzi di trasporto alternativi consentirà, a un costo minore, un minor tempo di spostamento».

Esordisce così Luigi Cava, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia, che a poco più di un mese dall’appuntamento elettorale illustra la posizione del partito su un tema particolarmente sentito a San Benedetto, quello della viabilità, che in una città ad alta vocazione turistica si trova spesso a fare i conti con le spiacevoli conseguenze del traffico sulle tre direttrici della statale Adriatica, di viale dello Sport e del lungomare.

Luigi Cava

Con la campagna elettorale pronta a entrare nel vivo e diverse problematiche da risolvere nel prossimo mandato, i rappresentanti locali di Fratelli d’Italia si fanno portavoce di alcune proposte volte a decongestionare il traffico cittadino, a partire dagli spazi di sosta.

«I parcheggi scambiatori in area periurbana o periferica – sostiene Cava – possono incrementare sensibilmente quella mobilità sostenibile capace di limitare il traffico e migliorare la qualità dell’aria. Individuare aree periferiche per la sosta delle auto deve rappresentare il primo passo per dare il via alla rivoluzione dell’offerta di mobilità urbana. 

Si tratta di creare una pianificazione organica della mobilità che interessi l’intero territorio mediante sistemi di trasporto diversificati e sostenibili, funzionali a un’integrazione della mobilità privata con il trasporto pubblico: bus, biciclette, bici elettriche, monopattini, bus navetta e altro ancora».

Come già anticipato da alcuni candidati nel corso del recente confronto televisivo andato in onda su VeraTv, un altro aspetto su cui la futura Amministrazione sarà chiamata a lavorare è quello legato allo sviluppo del progetto della metropolitana di superficie.

«Si tratta di una sfida da lanciare fin dai primi giorni del nuovo mandato – dichiara il coordinatore di Fratelli d’Italia -. Troppo spesso se ne è fatto un gran parlare, con teorie complesse che ogni volta aggiungevano nuovi elementi fino a terminare con un nulla di fatto.

Noi siamo dell’idea di partire subito con l’attuale tracciato della ferrovia, concordando con le Ferrovie orari che accrescano sensibilmente l’offerta, che coprano l’intera giornata e che facciano riferimento alle stazioni di San Benedetto e Porto d’Ascoli.

La stazione di San Benedetto

Attrezzare con mezzi di mobilità sostenibile e alternativa le due stazioni cittadine sarà tra i primi interventi da portare a termine per allestire un parco mezzi in grado di dare il via alla nostra prima fase della metropolitana di superficie. La seconda fase prevede invece l’implementazione del progetto mediante la realizzazione di un binario dedicato e almeno una nuova stazione posta nella parte centrale del tracciato, all’altezza di viale dello Sport».

Un progetto senza dubbio ambizioso, che secondo i rappresentanti locali di Fratelli d’Italia potrà vedere la luce solo attraverso una capillare campagna di informazione che consenta così di valutare al meglio le possibilità di trasporto che San Benedetto mette a disposizione di cittadini e turisti.

«Per porre in essere un così radicale cambiamento delle abitudini di mobilità – sostiene Cava – sarà necessario, prima di ogni altra cosa, informare. È impressionante la disinformazione che regna tra i cittadini riguardo gli orari e le possibilità di spostarsi tramite bus o treno. La stragrande maggioranza delle persone non conosce le tratte che vengono percorse dagli autobus, il numero degli autobus che collega una zona della città rispetto ad un’altra, la cadenza oraria dei collegamenti tramite treno, né tantomeno i prezzi e spesso i siti in cui è possibile acquistare un biglietto. 

È necessario promuovere una massiccia campagna divulgativa e lavorare a un’applicazione multimediale che dia informazioni immediate su quale sia il modo più semplice per collegare diversi punti della città. Prevedere abbonamenti settimanali, mensili, annuali, renderà il piano più semplice».

In conclusione, Cava si sofferma sul tema delle piste ciclabili, che come già annunciato dal primo cittadino, in caso di Piunti bis, rappresenterà una delle priorità dell’Amministrazione per contribuire al decongestionamento del traffico urbano.

«Nel corso dell’ultimo mandato – prosegue il coordinatore comunale di Fratelli d’Italia – è stata realizzata la ciclovia adriatica da via San Giacomo all’hotel Quadrifoglio e sono attualmente in corso i lavori della pista ciclo-pedonale lungo il torrente Albula da via Toscana a viale de Gasperi.

È necessario – conclude – il completamento della rete di piste ciclabili cittadine, che consentirà di raggiungere facilmente e sulle due ruote tutti i luoghi – scuole, chiese, impianti sportivi, centri di aggregazione, supermercati – dell’ambito territoriale comunale. Per la sua conformazione, il suo clima mite e il suo paesaggio, San Benedetto ha tutte le caratteristiche per diventare unaBike City”. Questa scelta avrebbe ricadute positive sia a livello di vivibilità urbana, sia come risposta a un turismo sempre più attento all’ambiente».

Elezioni comunali, Fratelli d’Italia scalda i motori con un incontro tra i candidati

Nuovo ospedale in Riviera, Cava (FdI): «Progetto di fattibilità al più presto, Madonna del Soccorso da riconvertire»

Elezioni, i candidati a confronto: piscina e movida dividono, tutti d’accordo su ospedale e Ballarin


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X