Quantcast
facebook rss

Nel piatto e nel bicchiere,
ecco il “Gusto infinito”
delle Marche

ENTRA nel vivo il progetto di valorizzazione enogastronomica “Di Vino in Tavola - Gusto infinito”, sostenuto dalla Regione Marche anche per stimolare il turismo in bassa stagione. Tutti i prossimi appuntamenti
...

 

di Marco Braccetti

 

Quarantatré, quindici, undici. Terno secco sulla ruota del gusto. Ben 43 cantine del territorio tra piceno e fermano, 15 attività ristorative e 11 produttori d’eccellenza. Ecco i numeri  di “Di vino in tavola – Gusto infinito”, progetto di valorizzazione eno-gastronomica regionale.

Dopo l’Haus di San Benedetto, il prossimo evento conviviale avrà come cornice il bar-pasticceria “Cafè del Mar” di Grottammare, venerdì 8 ottobre.

Organizzata da Angelo Serri e Sergio Spinelli, questa iniziativa è realizzata grazie al contributo della Regione Marche.

Sono stati pensati dei menù-degustazione con al centro le eccellenze dei vari territorio coinvolti, il tutto innaffiato dal vino dei colli piceni e fermani. Ogni serata, a rotazione, sono coinvolte almeno tre cantine. Le serate hanno un costo medio di 30 euro. Ovviamente sono su prenotazione, con gli organizzatori che opzionano il 25% dei posti per persone provenienti da fuori regione.

Vista la vicinanza con l’Abruzzo, nel Piceno il gioco è facile. Ma l’obiettivo di fondo di questa “quota” è chiaro: contribuire a far conoscere ed apprezzare le peculiarità del territorio a chi non è del posto, così da accendere un interesse da spendere anche in chiave turistica. Non a caso, l’organizzazione ha coinvolto anche dei tour operator che stanno studiando dei pacchetti ad hoc, da proporre anche in periodi di bassa stagione, così da favorire quella “destagionalizzazione” di cui tanto si parla.

A tal proposito, la giunta regionale ha recentemente approvato una proposta di legge sull’eno-turismo sulla quale dovrà esprimersi il Consiglio: «Da un lato, dobbiamo dare risposte urgenti alle attività ristorative e ai produttori enologici, fortemente colpiti dalle restrizioni imposte dal contenimento della pandemia – afferma il vice presidente regionale Mirco Carloni, delegato all’Agricoltura – dall’altro, realizzare un network turistico con al centro prodotti gastronomici tipici e vino».

Carloni cita realtà italiane dove questo percorso è ormai molto strutturati: «Il Piemonte, con le sue langhe ed il barolo, senza contare la Toscana che letteralmente vive di turismo enogastronomico. La nostra regione, a livello di prodotti e di paesaggi, non ha nulla da invidiare a quelle che ho appena citato. Va solo, finalmente, creata una rete che, finora, manca quasi del tutto. Iniziative come questa, inserita nel grande filone di Dalla Vigna alla Tavola».

“Dalla vigna alla tavola”, lo ricordiamo, è il nome del bando regionale che conta 21 progetti finanziati con 1,3 milioni euro, 341 eventi previsti, 341 esercizi Ho.Re.Ca. e 300 cantine, tra cui molti piccoli produttori coinvolti.

 

TUTTI I PROSSIMI APPUNTAMENTI

 

Venerdì 8 ottobre – Bar-pasticceria Cafè del Mare – Grottammare

Giovedì 14 ottobre – Il Vinattiere – Ascoli Piceno

Venerdì 15 ottobre – Pizzeria 4 Venti – Montalto delle Marche

Giovedì 21 ottobre – Pizzeria Mamma Rosa – Ortezzano

Venerdì 22 ottobre – Ristorante Il Ponte – Cossignano

Sabato 30 ottobre – Cantina Antisociale – Petritoli

Giovedì 4 novembre – Da Sebastiani – Ortezzano

Sabato 6 novembre – Laghi Santarelli – Moresco

Venerdì 12 novembre – Lucio Sestili Kursaal – Ascoli Piceno

Sabato 13 novembre – Le Logge – Smerillo

Venerdì 19 novembre – I Piceni – Ortezzano

Approfondimenti e prenotazioni: www.gustoinfinito.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X