Quantcast
facebook rss

Malattie della vista,
quali sono e il vantaggio
di intervenire subito

L'INIZIATIVA, di studio e divulgativa, volta alla prevenzione delle patologie degli occhi nei bambini e negli adulti, è stata promossa dall'Uici e dall'Uoc di Oculistica dell'Area Vasta 5, diretta dal dottor Luca Cesari. L'appuntamento è per il 16 ottobre 
...

Luca Cesari

 

La prevenzione e la conoscenza sono alla base della lotta a molte malattie. Per questo l’Uici (Unione ciechi e ipovedenti) e l’Unità operativa complessa di Oculistica dell’Area Vasta 5 hanno messo in campo una rete di professionisti, impegnati nel contrasto alle malattie della vista, coinvolgendo oculisti, dirigenti ospedalieri, ottici ma anche pediatri, medici di famiglia, insegnanti e famiglie.
Tutti insieme saranno protagonisti di una giornata di studio e divulgazione che si terrà ad Ascoli, il 16 ottobre (dalle 8 alle 13 nella Sala della Vittoria della Pinacoteca Civica, in piazza Arringo), dal titolo appunto “Prevenzione delle malattie oculari”. La presidente dell’Uici di Ascoli e Fermo, Gigliola Chiappini, ha chiamato a raccolta sia l’ambito medico che quello sociale, scolastico e produttivo per contrastare la diffusione delle patologie e dei disturbi oculari in adulti e bambini. Un evento che «primo nelle Marche – sottolinea il direttore di Oculistica dell’Area Vasta 5, Luca Cesarioffre un quadro scientifico completo su tutti i segmenti dell’occhio per cui è possibile intervenire precocemente».
L’incontro rientra nelle iniziative avviate dall’agenzia internazionale per la prevenzione della cecità, che ogni anno promuove una serie di campagne di prevenzione visiva.
«Abbiamo posto un accento particolare sul linguaggio di una questa giornata – spiega il direttore di Oculistica, Luca Cesari – perché l’intento è che tutti possano comprenderne i messaggi: dai sanitari alle famiglie che vorranno partecipare.

E’ importante, ad esempio, sapere quando sottoporre un bambino a visita per la prima volta, quali sono i sintomi che devono allarmarci, cosa possiamo fare per prevenire alcune patologie, cosa avviene dopo la diagnosi e con il successivo trattamento. Sarà una giornata divulgativa a carattere scientifico ma rivolta a tutti, perché se ognuno di noi ha in mano gli strumenti necessari, il contrasto alle patologie oculari diventa molto più efficace e, in ospedale, riusciamo a intervenire più precocemente e con risultati migliori».
«Il Comune di Ascoli  – sono le parole dell’assessore comunale e pediatra Maria Luisa Volponiha aderito recentemente alla Rete Italiana Città Sane. La prevenzione è l’obiettivo principale della sanità pubblica e riveste un ruolo ancor più importante ed efficace in oftalmologia in tutte le età della vita, dal neonato all’età adulta e senile. Con gli interventi dei diversi relatori sarà possibile acquisire conoscenze sull’importanza e sulla tempistica dei controlli periodici in tutte le età».

«Questa giornata sugella la collaborazione tra l’Uici e l’Uoc Oculistica dell’Area Vasta 5 – conclude Gigliola Chiappini – un momento molto importante per noi, il primo di tanti progetti che ci vedranno impegnati sul fronte comune della prevenzione e del contrasto delle malattie della vista».

Dopo il saluto delle autorità, si susseguiranno interventi di specialisti, tra cui lo stesso primario Cesari, su tutte le patologie che riguardano gli occhi, sia nel bambino che negli adulti. 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X