Quantcast
facebook rss

Prelievo multiorgano
all’ospedale “Mazzoni”
Donatrice una donna di 61 anni:
i familiari hanno dato il consenso
per fegato, pancreas, reni e cornee

ASCOLI - Dopo quello di pochi giorni fa al "Madonna del Soccorso" di San Benedetto, le equipe del locale nosocomio, di Torrette (Ancona) e di Padova sono intervenuti all'alba di oggi. Patrizia è deceduta nel reparto di Rianimazione in seguito ad emorragia cerebrale. I ringraziamenti della Direzione di Area Vasta 5 ai familiari e a tutti coloro che si sono prodigati per la buona riuscita dell'intervento
...

L’ospedale “Mazzoni” di Ascoli

 

A distanza di poche ore dal prelievo multiorgano all’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto (una donna di 82 anni), ne è avvenuto un altro, sempre in Area Vasta 5, ma stavolta all’ospedale “Mazzoni” di Ascoli.

All’alba di questa mattina, infatti, ne è stato effettuato un altro a scopo di trapianto terapeutico.

I familiari della signora Patrizia di anni 61, deceduta nel reparto Rianimazione – diretto dalla dottoressa Ida Di Giacinto – in seguito ad emorragia cerebrale, nonostante il dramma non hanno esitato nel dare il consenso.

A quel punto il coordinatore locale “prelievi organi e tessuti” ha attivato subito la procedura prevista in questi casi e la Direzione Sanitaria di Area Vasta 5 ha convocato il collegio medico con la Medicina Legale per l’accertamento di morte cerebrale.

L’intervento ha coinvolto diversi professionisti dell’Area Vasta 5, poi il prelievo è stato effettuato dalle équipe chirurgiche degli ospedali “Torrette” di Ancona e di Padova.

Tutti si sono prodigati nel delicato compito di prelevare il fegato (inviato a Bergamo), il pancreas e il rene destro (inviati a Milano), il rene sinistro (inviato ad Ancona). Le cornee sono invece state prelevate come al solito dal medico oculista del “Mazzoni”.

La Direzione di Area Vasta 5 e tutti i membri del team che è intervenuto ringraziano sentitamente i familiari che hanno permesso questo atto di grande generosità capace di trasformare il momento di dolore più grande nella speranza di vita per altri.

Il ringraziamento, ovviamente, è andato anche a tutto il personale coinvolto che si è generosamente impegnato, con la professionalità di cui è capace, per portare a termine con successo il prelievo.

 

Prelievo multi organo al “Madonna del Soccorso” La donatrice è una 82enne


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X