Quantcast
facebook rss

Covid, tre classi in quarantena in Riviera
e sospensione per altri 4 operatori
sanitari dell’Area Vasta 5

CORONAVIRUS - In un caso la misura riguarda 19 alunni e ben 7 operatori scolastici. C'è n'è anche una quarta ad Ascoli che però sta tornando sui banchi. Ricciardi (Sisp): «Il periodo in cui vige l'obbligo di stare a casa non è uguale per tutti. Dipende se c'è la copertura vaccinale e dalla volontà di effettuare il tampone, in ogni caso, a fine periodo»
...

 

Il Liceo Scientifico “Rosetti”

di Maria Nerina Galiè

Rallenta, ma non si arresta la diffusione del contagio da Coronavirus nel Piceno, seminando “vittime” anche tra gli studenti, con inevitabile messa in quarantena della classe.

E continuano le sospensioni di operatori sanitari non vaccinati, da parte dell’Area Vasta 5.

La nuova determina del direttore Cesare Milani ha imposto di non lavorare ad altri 4 dipendenti.

Nove in tutto le posizioni esaminate dall’apposita commissione, su segnalazione dell’Asur. Ma 4 erano stati sospesi già con la determina dell’1 ottobre mentre per uno è stato riscontrato che «non ricopre il profilo di “esercente le
professioni sanitarie o operatore di interesse sanitario” pertanto non è soggetto a sospensione in ossequio a
quanto previsto dalla vigente normativa in materia», recita la determina del direttore di Area Vasta 5.

I quattro si aggiungono ai 15, sospesi sempre perché non si sono adeguati all’obbligo vaccinale, imposto per tutti gli operatori sanitari, il 17 agosti, il 24 settembre e l’1 ottobre).

Cesare Milani

La sospensione dal posto di lavoro e senza retribuzione vale fino al 31 dicembre, per il momento. Cioè fino al termine attualmente in vigore per il completamento del piano vaccinale nazionale e dello stato di emergenza.

Tornando alle classi messe in quarantena, perché al suo interno è emerso un caso di positività, ce ne sono 4 oggi, 15 ottobre, in dad nelle scuole della Provincia, ma per una classe – l’unica di Ascoli – quasi certamente si ipotizza il rientro in classe da domani per 9 dei 20 alunni coinvolti. Si tratta di una prima del Liceo Scientifico “Orsini”.

Il provvedimento che mette una classe in dad non riguarda allo stesso modo tutti gli studenti.

Il perché lo spiega la dottoressa Alessandra Ricciardi, responsabile delle scuole per il Servizio Igiene e Sanità pubblica dell’Area Vasta 5: «La quarantena ha durata di 7 giorni per i soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni. Si arriva a 10 giorni per chi non ha la copertura vaccinale.

In entrambi i casi, il rientro deve essere supportato dal tampone negativo.

In caso di rifiuto di effettuare il test, la quarantena si protrae per 14 giorni».

Un sistema di monitoraggio piuttosto complesso per chi deve gestire caso per caso, andando a cercare non solo i contatti stretti di un positivo al Covid, ma ricostruire anche la situazione vaccinale. Così la dad, per le classi sottoposte a quarantena non inizia e finisce nello stesso giorno.

Le classi attualmente in quarantena sono tutte a San Benedetto. E sono una del Liceo Scientifico “Rosetti” (21 alunni), una della primaria “Bice Piacentini” (19 alunni e 7 operatori tra docenti e personale), afferente all’Isc Centro, ed una nella scuola dell’infanzia dell’Isc Sud (16 bimbi e 1 operatore). 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X