Quantcast
facebook rss

Da New York a Montemonaco
per la proposta di matrimonio a sorpresa

LA STORIA - Peter e Crystal erano in vacanza nel Piceno. Lui ha scelto il luogo ed organizzato tutto, contattando in segreto la fotografa Tiziana Recchi, affinché immortalasse il momento. «Molti stranieri hanno un'idea romantica delle nostre zone. Abbiamo luoghi e paesaggi meravigliosi e spesso ce ne dimentichiamo»
...

Peter e Crystal a Montemonaco (Foto Tiziana Recchi)

 

di Maria Nerina Galiè

E’ possibile che ci siano ancora uomini romantici? Che per chiedere la mano dell’amata scelgano con cura luogo e occasione? Ebbene sì. Lo dimostra quello che ha fatto Peter, un giovane di New York, in vacanza nel Piceno con Crystal, che ormai si può definire la sua futura moglie: le ha chiesto di sposarlo, porgendole l’anello, inginocchiato davanti a lei. Sullo sfondo, il paesaggio che regala il belvedere di Montemonaco.

Tiziana Recchi

Peter non ha lasciato nulla al caso. Ha atteso, organizzato e contattato “in segreto” chi potesse immortalare il momento, la fotografa di Ripatransone Tiziana Recchi, proiettata nella favola tanto da emozionarsi al solo ricordare quello che è accaduto lo scorso martedì 19 ottobre.

Peter e Crystal, nutrizionisti che abitano in una fattoria a pochi chilometri dalla Grande Mela, hanno progettato la vacanza nel Piceno prima della pandemia, attraverso un tour operator che propone viaggi alla scoperta delle particolarità artistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche. La coppia ha atteso due anni per coronare il sogno e finalmente è riuscita ad arrivare oltre oceano. 

«Anche per il lavoro che fanno – precisa la fotografa Recchi – i due giovani sono attenti all’ambiente, al mangiar bene, sono amanti della natura. Hanno anche preparato le olive all’ascolana in un ristorante, faceva parte del pacchetto, apprezzato e conosciuto specialità e peculiarità locali».

A Peter, che cercava un luogo “degno” del momento, non è quindi sfuggita la vista che si gode da Montemonaco, scoperta proprio attraverso le immagini della Recchi. Così, senza che Crystal sapesse nulla, l’innamorato ha contattato la fotografa ripana.

«Io dovevo restare “nascosta” fino alla fine. Mi sono trovata a Montemonaco, all’ora e posto concordato con Peter».

Il copione è stato rispettato alla lettera: «Ad un certo punto Peter mi ha “approcciato” per chiedermi la cortesia di far loro una foto. “Casualmente” avevo la macchinetta fotografica dietro, come una qualsiasi turista. Ed ecco che lui si è inginocchiato, ha tirato fuori dalla tasca l’anello e le ha fatto la proposta».

Inutile chiedersi come è andata a finire: gli occhi di lei, restituiti dalle foto, sono decisamente espliciti.

«Non mi sono mai commossa tanto dietro l’obiettivo – racconta  Tiziana Recchi – e sento ancora su di me il calore e la gioia che i due ragazzi mi hanno trasmesso. Lo stupore, la felicità».

Ma la fotografa si lascia andare anche ad un’altra considerazione, venuta alla ribalta alla luce dell’episodio di cui è stata co-protagonista: «Peter e Crystal, come tanti stranieri, hanno un’idea romantica delle nostre zone. Per la bellezza, per gli scorci che offre. Noi abbiamo luoghi e paesaggi meravigliosi e spesso ce ne dimentichiamo. Dobbiamo invece amarli e prendercene cura come beni preziosi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X