Quantcast
facebook rss

“Io non rischio”,
anche a San Benedetto
la campagna di prevenzione

L'EDIZIONE 2021 si arricchisce di un evento digitale nazionale organizzato dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile. Domenica 24 ottobre in Viale Secondo Moretti e in altre nove città delle Marche. E a Monteprandone si cercano volontari
...

 

“Io non rischio” è la campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico e in Italia coinvolge oltre 3.000 volontari appartenenti a circa 500 realtà associative.

La Protezione Civile durante l’emergenza covid mentre monta un tendone all’ospedale “Mazzoni” di Ascoli

L’appuntamento è per l’intera giornata di domenica 24 ottobre. Nelle Marche sono dieci le località coinvolte. Tra queste San Benedetto con le locali associazioni Fisa (Salvamento acquatico) e Croce Verde, i cui volontari saranno presenti in Viale Secondo Moretti per trattare tempi come i rischi terremoto e maremoto.

Le altre località della regione coinvolte in questa edizione 2021 sono Ancona (Piazza Roma), Marina di Montemarciano (Piazza del Vecchio Acquedotto), Falconara Marittima (Piazza Mazzini), Recanati (Piazza Leopardi), Montelupone (Piazza del Comune), Caldarola (Viale Aldo Moro), Porto San Giorgio (Piazza Matteotti) più le “piazze digitali” con i volontari di Mogliano e dell’associazione Civis di Fermo.

I PROMOTORI – La campagna è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze), Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia), Reluis (Rete dei laboratori universitari di ingegneria sismica), Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), Ogs (Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale), AiPo (Agenzia interregionale per il fiume Po), Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab (Università della Calabria), Fondazione Cima, Irpi (Istituto di ricerca per la protezione idro-geologica), Regioni, Province autonome e Comuni.

CERCASI VOLONTARI – A Monteprandone scatta il reclutamento da parte dell’Amministrazione comunale che cerca volontari per costituire il Gruppo locale di Protezione Civile. Il primo incontro è fissato per martedì 26 ottobre, alle ore 21, a Centobuchi nella nuova sala riunioni di Piazza dell’Unità. E’ aperto a cittadini e cittadine tra i 18 e i 75 anni, anche se già fanno parte di altre organizzazioni di volontariato di protezione civile. Il Gruppo che nascerà sarà utile a svolgere e promuovere attività di previsione, prevenzione e soccorso in occasione di emergenze e calamità. Ma si occuperà anche di formazione, addestramento e informazione alla cittadinanza sul Piano di emergenza comunale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X