Quantcast
facebook rss

Riapre il “Club Incanto” (Video)

ASCOLI - Dopo il lungo stop  a causa della pandemia, si riaccendono le luci sulla pista. L’euforia dei tanti soci del Circolo ricreativo-culturale amanti del ballo liscio per la ripartenza dei corsi e delle serate danzanti
...

 

 

di Walter Luzi

 

Incanto, si riparte. Un ritorno alla vita, in tutti i sensi, per l’associazione ricreativa culturale ascolana Club Incanto, quello di questo sabato sera. Si riaprono, finalmente, i battenti dopo le angosce generali da pandemia, si riaccendono le luci in pista, riparte la musica. Taca, Zaclèn! direbbero in Romagna. Perchè fra le attività più gradite e frequentate dai circa seicento soci del club, ci sono proprio i corsi e le serate di ballo liscio. Destinate ai diversamente giovani di ogni età, ma non solo. Anzi, l’età media dei neofiti che si avvicinano ai balli da sala va, progressivamente, abbassandosi. La voglia di tornare a uscire di casa, a muoversi, a divertirsi insieme in uno dei modi più piacevoli e salutari in assoluto, hanno fatto il resto.

Non è un caso che, ovviamente riservate solo ai soci del Club Incanto, siano addirittura ben tre le scuole che, su quella pista, tengono i loro corsi di ballo. La Palma d’oro, che ha scritto buona parte della storia picena di queste discipline, con il maestro Mario Capriotti, una leggenda nel settore, e suo figlio Marco, la Jo Dance della fascinosa maestra Mary Mandozzi, e Tango&Yoga dei maestri Danilo Specchi e Giulia De Petris. Affollati i loro corsi, nonostante le mascherine d’ordinanza. Almeno ancora per poco, si spera. Molti i principianti che si affacciano per la prima volta al ballo. Per lo più sono coppie fisse anche nella vita. Condizione che a volte può aiutare, ed altre, decisamente, meno. Tronchi umani che si decidono, più spesso convinti sotto minaccia, dalle rispettive consorti, a provarci. Frotte di reduci dalle discipline caraibiche. Parecchi single in cerca di nuove conoscenze.

E quale posto migliore di un locale da ballo per  socializzare. Da sempre. Qui poi non devi aspettare l’una di notte per poter entrare, come succede in quelle discoteche per i più giovani. Dove i decibel ti fracassano i timpani. E se non bevi superalcolici, o non ti sballi, sei uno sfigato. Qui invece il complesso attacca a suonare alle 21,30. E puoi ballare. O anche parlare, senza dover urlarti a squarciagola nelle orecchie. Gli analcolici vanno per la maggiore. Oppure, meglio ancora, l’acqua fresca. Perchè ci si accalda, e ci si asseta parecchio, a girare tutt’intorno, rigorosamente in senso anti-orario, a quella pista. Fra un valzer e una polka, un fox e una mazurka. Esercizio fisico che sollecita positivamente anche la memoria, e il coordinamento psicomotorio. Cose importanti a una certa età. Quando il ballo può assumere i connotati di vero elisir di eterna giovinezza.

Norme anti covid da osservare per la storica occasione. Ballo senza mascherina permesso solo fra conviventi. Obbligatoria diversamente, e quando si è seduti ai tavoli. Va bene tutto, dopo diciotto mesi di forzata astinenza, pur di tornare a vivere. Al Club Incanto poi l’ambiente è famigliare. Una famiglia molto allargata quella fondata, sei anni fa, da Simona e Ivan, Mirella e Giampiero. Per l’occasione suonerà, dal vivo come  sempre, il complesso musicale ascolano Tonino Musica e Magia. E’ stato un caso, ma è il nome più azzeccato per la riapertura di un locale che si chiama Incanto. Fatto di musica e magia. Appunto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X