Quantcast
facebook rss

L’Ascoli per tornare al successo,
il Vicenza per non sprofondare:
al “Del Duca” match bollente

SERIE B - Scongiurato momentaneamente il pericolo Covid, i bianconeri vogliono interrompere il periodo senza vittorie prima della sosta e spezzare il tabù casalingo di inizio stagione. Sottil orientato a confermare l'undici di Pisa con Eramo in cabina di regia al posto dello squalificato Buchel. I biancorossi arrivano nel Piceno con gli ex Brosco e Padella. Calcio d'inizio alle 14, arbitra il teramano Paterna
...

di Salvatore Mastropietro

 

Momento di gioco del match di Pisa

La settimana in casa Ascoli è stata caratterizzata dalla notizia della positività al Covid di tre componenti del gruppo squadra. I casi (che dovrebbero riguardare un solo calciatore), riscontrati nella giornata di mercoledì, per fortuna non sono aumentati: nei due giri di tamponi svolti tra ieri e oggi, infatti, tutti sono risultati negativi e dunque la squadra può approcciarsi con relativa serenità al match di domani contro il Vicenza.

La buona prestazione di Pisa ha riportato fiducia all’interno dell’ambiente, ma ora c’è da concretizzare le buone sensazioni in un successo che manca da circa un mese e mezzo (era il 21 settembre e la squadra di Sottil espugnava il “Moccagatta” di Alessandria per 1-3). Oltre al ritorno alla vittoria, c’è da combattere quello che in questo inizio di stagione è a tutti gli effetti definibile come “tabù Del Duca”. Nell’impianto casalingo, infatti, è solo una la vittoria (sulle quattro totali) conquistata dai bianconeri, alla prima giornata contro l’allora incompleto Cosenza.

Il Vicenza, penultimo in classifica con appena quattro punti, arriva nel Piceno con l’acqua alla gola e la necessità di rialzarsi per non sprofondare ulteriormente. Cristian Brocchi, subentrato a Domenico Di Carlo alla fine di settembre, non è riuscito a dare la svolta necessaria ai suoi. Al “Del Duca” è quasi un’ultima spiaggia e domani i biancorossi tenteranno dunque di vendere cara la pelle. Insomma, sarà un match dai temi caldi e che nessuno – né da una parte e né dall’altra – vuole fallire.

Mister Sottil

QUI ASCOLI – Nonostante l’ostacolo Covid, l’Ascoli ha potuto preparare senza particolari problemi la gara di domani. Sottil, che non ha rilasciato dichiarazioni alla vigilia, deve fare i conti con quattro indisponibili (Castorani, Donis, Felicioli, Spendlhofer) e uno squalificato (Buchel, di nuovo), ma per il resto può contare su numerose soluzioni in tutti i reparti.

In difesa Quaranta scalpita, ma al momento la coppia Botteghin-Avlonitis sembra essere in vantaggio. Stesso discorso per Salvi sull’out di destra, mentre D’Orazio è praticamente sicuro del posto da terzino sinistro. In cabina di regia Eramo dovrebbe sostituire Buchel. Ai suoi lati ci sono alcuni dubbi, ma Saric e Maistro sono per il momento favoriti nella corsa a tre con Caligara. In avanti fiducia nuovamente ad Iliev e Dionisi con Sabiri alle spalle. Bidaoui e Fabbrini pronti ad essere sfruttati a gara in corso.

Questi i 24 calciatori a disposizione di mister Sottil: Bolletta, Guarna, Leali, Avlonitis, Baschirotto, Botteghin, D’Orazio, Quaranta, Salvi, Tavcar, Barone, Caligara, Collocolo, Eramo, Franzolini, Maistro, Sabiri, Saric, Bidaoui, De Paoli, Dionisi, Fabbrini, Iliev, Petrelli.

Brosco con la maglia bianconera

QUI VICENZA – I biancorossi arrivano al “Del Duca” con grande voglia di tornare a far punti e lo faranno con ben tre ex tra le proprie file: Riccardo Brosco, Emanuele Padella e Marco Calderoni. Il primo, in particolare, torna nel Piceno per la prima volta da avversario dopo tre intense stagioni, che lo hanno visto nella scorsa indossare anche la fascia da capitano. Anche Padella lo è stato in passato ed il suo legame con la piazza bianconera non è mai scemato: le lacrime versate lo scorso dicembre dopo il gol decisivo siglato contro l’Ascoli al “Romeo Menti” ne sono state una chiara testimonianza.

Anche mister Brocchi si porta dietro qualche dubbio di formazione. L’ipotesi più probabile è quella del 3-5-2, già visto all’opera contro il Parma. Da tenere d’occhio Taugeaurdeu in cabina di regia e la coppia Diaw-Meggiorini in avanti.

LE PROBABILI FORMAZIONI

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Salvi, Botteghin, Avlonitis, D’Orazio; Saric, Eramo, Maistro; Sabiri; Iliev, Dionisi. Allenatore: Sottil.

VICENZA (3-5-2): Grandi; Ierardi, Pasini, Padella; Bruscagin, Proia, Taugourdeau, Ranocchia, Calderoni; Diaw, Meggiorini.

Arbitro: Paterna di Teramo (assistenti Gualtieri di Asti e Rossi di Novara, quarto ufficiale D’Eusanio di Faenza, VAR Abbattista di Molfetta, AVAR Capaldo di Napoli).

Stadio: Del Duca, ore 14.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X