Quantcast
facebook rss

Consiglio comunale,
prime critiche a Spazzafumo
FdI: «Solo slogan e anomalie da chiarire»

SAN BENEDETTO - I consiglieri Nicolò Bagalini e Andrea Traini contestano il discorso di insediamento del neoeletto sindaco, lamentando l’assenza di riferimenti alla linea politica da tenere per i prossimi cinque anni
...

 

All’indomani del primo consiglio comunale della neonata Amministrazione Spazzafumo, a San Benedetto è già tempo di prime polemiche.

Nicolò Bagalini

In questo caso, a esprimere le proprie perplessità sul discorso tenuto dal sindaco in occasione del giuramento ufficiale sono Nicolò Bagalini e Andrea Traini, rappresentanti di Fratelli d’Italia nell’assemblea cittadina, che al di là della comprensibile emozione del primo cittadino hanno sollevato dei dubbi sui contenuti e sulla direzione politica che il nuovo corso sambenedettese intraprenderà nelle prossime settimane, ponendo l’accento sull’assenza di ogni sorta di riferimento da parte di Spazzafumo alle azioni concrete da mettere in campo per rilanciare la città.

«Che il primo consiglio comunale potesse trasformarsi in una fiera delle buone intenzioni era prevedibile – sostengono Bagalini e Traini – ma che il tradizionale discorso del sindaco fosse totalmente vuoto di riferimenti sulla linea che la sua Amministrazione intende intraprendere è davvero un unicum al quale mai si era assistito.

A fare da cassa di risonanza a questa anomalia così evidente ci sono le numerose questioni emerse nei giorni scorsi in sedi non istituzionali e pertanto del tutto inappropriate.

Il cambio del comandante della Polizia locale Coccia, la sua sostituzione con il comandante Benigni, la mancata conferma del dirigente Polidori con conseguente paralisi del settore Urbanistica in un periodo storico delicato e le mirabolanti programmazioni – mai discusse in sedi istituzionali né confrontate con i portatori di interesse – concordate con imprenditori anche mediante incarichi amichevoli e a titolo gratuito: ebbene, a tutti questi temi il sindaco Spazzafumo non ha fatto alcun cenno né per confermarli né per smentirli».

Antonio Spazzafumo

Nonostante le diverse problematiche evidenziate, gli esponenti di Fratelli d’Italia garantiscono di avere comunque intenzione di onorare le proprie responsabilità di fronte alla cittadinanza e di rispondere all’appello del sindaco Spazzafumo, che ai colleghi in consiglio ha chiesto di remare tutti dalla stessa parte per il bene della città. A patto, però, che la maggioranza mantenga la parola data.

«Come gruppo consiliare di Fratelli d’Italia – proseguono Bagalini e Traini – confermiamo di essere opposizione responsabile al punto di pazientare sulle tempistiche di attivazione dell’attività ordinaria, tant’è che neppure ironicamente abbiamo voluto richiamare il primo mancato impegno del sindaco a comporre la giunta in due giorni quando invece ne ha impiegati dieci.

È ora, però, che chi è stato chiamato a governare la città inizi a lasciarsi alle spalle i monotoni slogan per cominciare a rimuovere gli ormeggi della barca e iniziare la navigazione».

 

Buona la prima in consiglio comunale Il sindaco Spazzafumo: «Aspettative alte dei cittadini, lavoriamo insieme per San Benedetto»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X