Quantcast
facebook rss

Arriva “Bohème”,
guida all’ascolto
con Andrea Parissi
Il Coro Ventidio Basso
diffonde un video spot

ASCOLI - Biglietti in vendita con l'incognita pubblico. Evento sino ad ora poco promosso. Dopo il Rigoletto destinato ai giovanissimi studenti (ma in sala ce n’erano molto pochi), la stagione lirica 2020-2021 della Fondazione Rete Lirica delle Marche continua con la popolarissima opera di Giacomo Puccini. Appuntamento nel Massimo il 27 novembre alle ore 20,30 (anteprima giovani giovedì 25 novembre alle 17). C'è ancora timore a tornare in teatro a causa del virus?
...

Dopo il Rigoletto destinato ai giovanissimi studenti (ma in sala ce n’erano molto pochi), la stagione lirica 2020-2021 della Fondazione Rete Lirica delle Marche continua con la popolarissima “Bohème” di Giacomo Puccini. Appuntamento nel Teatro Ventidio Basso di Ascoli sabato 27 novembre alle ore 20,30 (anteprima giovani giovedì 25 novembre alle 17). Poi lo spettacolo farà tappa nel Teatro dell’Aquila di Fermo sabato 4 dicembre (anteprima il 2 dicembre) per concludere le recite sabato 11 dicembre (anteprima il 9 dicembre) nel Teatro della Fortuna di Fano.

Andrea Parissi

La vendita dei biglietti, presso il box office di piazza del Popolo, è  già iniziata e si spera che il pubblico risponda alla chiamata. L’interrogativo infatti è: ma il pubblico, in questo caso della lirica, a causa della prolungata chiusura dei teatri a seguito delle misure per combattere la pandemia, ha ritrovato la voglia di andare a teatro? Ci sono segnali sia positivi sia meno positivi. Magari ancora ci sono delle resistenze (e speriamo, toccando ferro, che i contagi da coronavirus rimangano sotto la soglia di sicurezza). Quella sana abitudine di andare a teatro è tornata come prima o si è affievolita?

Al momento la sicurezza è garantita al cento percento. Il fatto è che alla recita del Rigoletto erano presenti solo pochi studenti. Le scuole hanno risposto in maniera timidissima. Per la scarsa promozione dell’evento (questo è certo) o perché, appunto, ancora prevale la  preoccupazione del virus spingendo presidi e insegnanti a rinunciare? Vedremo. Anche per la Bohème comunque, da quanto appare, la promozione è ancora assai scarsa. Sul sito del Ventidio Basso o del Comune, ad esempio, non c’è traccia.

Il Ventidio torna ad ospitare la lirica

A diffondere l’appuntamento con la Bohème ci pensa, per fortuna, di sua iniziativa, l’associazione Coro del Teatro Ventidio Basso che non solo ha messo in programma una guida all’ascolto per venerdì prossimo 12 settembre, ore 17,30 nel foyer del Ventidio, ingresso gratuito (prenotazione alla mail coroventidiobasso@hotmail.com), con il musicologo e compositore Andrea Parissi, ma ha anche diffuso un video spot con il commento scanzonato dello stesso Parissi. Un video spot in cui ci sono arie di grandi interpreti della lirica unite anche a dei cartoni animati per strizzare l’occhio ai più giovani.

A firmare la regia di questa nuova produzione, realizzata con il Teatro dell’Opera Giocosa di Savona e il Teatro Sociale di Como, sarà Renata Scotto, soprano fra i più celebri del Novecento, star acclamata in tutto il mondo e interprete nella sua carriera sia di Mimì che di Musetta. Le scene sono di Michele Olcese, i costumi di Concetta Nappi e le luci di Andrea Tocchio. A dirigere l’Orchestra Filarmonica Marchigiana e il Coro del Teatro Ventidio Basso, istruito da Giovanni Farina, sarà Giovanni Di Stefano.

Nel ruolo della protagonista Mimì si alterneranno Linda Campanella e Sarah Tisba, mentre Rodolfo sarà Matteo Desole. Nei panni di Musetta ci sarà Greta Doveri, mentre Luca Galli, Andrea Patucelli, Paolo Ingrasciotta e Matteo Peirone saranno rispettivamente Marcello, Colline, Schaunard e Benoit.

Il terzo ed ultimo titolo della stagione lirica 2021-2022 sarà L’Italiana in Algeri di Gioachino Rossini produzione della Rete Lirica realizzata in collaborazione con il Rossini Opera Festival. L’allestimento, pronto al debutto nel marzo 2020, è rimasto poi bloccato dalla pandemia. La regia è affidata a un’artista in ascesa del teatro italiano, Cecilia Ligorio, regista, librettista, attrice e drammaturga veronese. L’opera andrà in scena prima nel Teatro della Fortuna di Fano il 5 febbraio (anteprima il 3 febbraio), poi si sposterà nel Teatro dell’Aquila di Fermo sabato 12 febbraio (anteprima il 10 febbraio) quindi nel Teatro Ventidio Basso di Ascoli il 19 febbraio (anteprima il 17 febbraio). Il cast sarà composto da giovani voci provenienti dall’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” di Pesaro.

f.d.m.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X