Quantcast
facebook rss

Rifiuti e bilancio,
Fabiani si toglie qualche sassolino:
«Operato sempre con correttezza»

ASCOLI - L'ex presidente della Provincia torna su alcuni argomenti caldi. Sulla discarica di Relluce: «I giudici del Tar hanno riconosciuto la bontà della nostra azione». La risposta alla consigliera Angelici
...

«Prendo atto della soddisfazione espressa dai sindaci Bochicchio e Moreschini in merito alla recente sentenza del Tar sul progetto della vasca di discarica “Vda di Relluce“. Tuttavia è bene ricordare come, in realtà, i giudici abbiano innanzitutto riconosciuto inequivocabilmente la correttezza dell’operato della Provincia in materia di gestione ambientale. L’ente, allora guidato dal sottoscritto, ha infatti dapprima emesso un giudizio negativo di Valutazione ambientale riguardo il progetto della Vasca di Ampliamento e, in seguito, ha difeso tale provvedimento resistendo nel giudizio promosso dinanzi al Tar».

Inizia così l’intervento dell’ex presidente della Provincia Sergio Fabiani, che torna a dire la sua in materia di gestione dei rifiuti, argomento da sempre al centro di molto polemiche. La sua è una risposta ai primi cittadini di Castel di Lama e Appignano, che avevano esultato per la recente sentenza in merito all’ampliamento della discarica di Relluce (leggi qui).

Sergio Fabiani

«Ma c’e dell’altro –continua-. I giudici del Tar, nella stessa sentenza, hanno anche esplicitamente riconosciuto la correttezza e la coerenza dell’operato della Provincia anche quando, nei primi mesi di quest’ anno, ha espresso parere favorevole all’ampliamento dell’esistente terza vasca di discarica della ditta Geta. Vorrei quindi sottolineare come abbiamo sempre adottato un comportamento improntato all’imparzialità, valutando con attenzione aspetti normativi ed operativi non sull’onda dell’emotività del momento, ma considerando Ia tutela della salute e dell’ambiente quale principio cardine dell’attività istituzionale».

Ma di sassolini Fabiani se ne vuole togliere altri. Nel mirino infatti c’è anche la consigliera Giovanna Angelici, che era stata caustica su alcune questioni, accusando il centro sinistra di fare disinformazione su temi delicati (leggi qui).

Giovanna Angelici

«Probabilmente certe esternazioni non le avrebbe fatte se si fosse meglio informata evitando polemiche strumentali e dimostrando maggiore sensibilità istituzionale -attacca l’ex presidente della Provincia-. Relativamente al bilancio, ricordo che in questi anni è stato perseguito un cospicuo risanamento finanziario accompagnato da investimenti importanti nella sicurezza e nel miglioramento di strade, ponti, scuole ed opere pubbliche. Non solo, sono stati forniti ai cittadini e agli utenti tutti i servizi di competenza».

«In merito alla sua approvazione -conclude Fabiani- se la minoranza avesse assicurato il numero legale consentendo l’esercizio delle prerogative del Consiglio la cui composizione è stata stravolta dalle elezioni amministrative dello scorso ottobre, il documento contabile sarebbe stato già approvato. Vorrei anche precisare che il presidente ha la facoltà e non l’obbligo di nominare un vice e, oltretutto, non potevo certo immaginare di decadere dalla carica e quindi non poter provvedere all’approvazione del Bilancio 2021. Non c’e stato nessun teatrino circa la nomina e poi la revoca del consigliere anziano. Infatti la normativa di applicazione in questi casi specifici e contradditori della Legge Delrio non è chiara e ha richiesto un accurato approfondimento tecnico-giuridico».

Caos Provincia, la consigliera Angelici risponde alla Casini e alla maggioranza

Discarica di Relluce, Appignano e Castel di Lama esultano: «Il Tar ha negato l’ampliamento»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X