Quantcast
facebook rss

Angelini (M5S) e l’appello
di Spazzafumo:
«Sono a disposizione,
è il momento giusto per cambiare»

SAN BENEDETTO - Il leader dei 5 Stelle accoglie a braccia aperte la volontà del primo cittadino di collaborare a dei progetti comuni. «Un onore mettersi al servizio della comunità, ma serviranno delle proposte in linea con quelle da noi avanzate in campagna elettorale»
...

 

di Federico Ameli

 

È passato ormai un mese dall’elezione di Antonio Spazzafumo come nuovo sindaco di San Benedetto. Dopo la nomina della giunta e il primo consiglio comunale, la neonata Amministrazione sambenedettese è ora chiamata a prendere parte alla sfida della ripartenza nel segno di un auspicato clima di collaborazione, non solo all’interno della maggioranza in Consiglio ma anche tra i banchi dei candidati usciti sconfitti dalla doppia tornata elettorale di ottobre.

Serafino Angelini

Chi invece non è riuscito a ottenere un seggio nell’aula di viale De Gasperi è Serafino Angelini, portavoce e leader del Movimento 5 Stelle, che alla luce del 7% ottenuto alle urne del primo turno non è riuscito ad accaparrarsi un posto in Consiglio comunale ma non per questo rinuncia a seguire da vicino le vicende politiche di San Benedetto, come peraltro avvenuto anche negli ultimi 5 anni di Amministrazione Piunti.

Un dato di fatto tenuto in considerazione anche dal sindaco Spazzafumo, che nel suo discorso di insediamento ha espresso parole di stima nei confronti dell’ex rivale pentastellato annunciando la volontà di condividere con Angelini alcuni progetti da portare avanti per il rilancio della città. Un attestato di fiducia che senz’altro lascia ben sperare in casa 5 Stelle, con il geologo sambenedettese che si dichiara pronto a mettere esperienza e competenza al servizio della sua città.

«Non ci sono stati ancora contatti concreti – rivela Serafino Angelini -. Ho preferito non disturbare il sindaco in queste prime settimane fatte di tanti impegni e di un primo approccio alla macchina comunale. Sicuramente c’è una stima reciproca che è progressivamente cresciuta nelle settimane di campagna elettorale. Gli auguro un buon lavoro, dato che il suo è senza dubbio un compito molto difficile.

Questo è un periodo potenzialmente molto interessante per la nostra città: intercettando i finanziamenti pubblici si potrebbe realizzare buona parte di ciò di cui San Benedetto ha bisogno. Sarà necessario proporre i giusti progetti, ma metodi e persone di certo non mancano».

L’appello alla collaborazione di Spazzafumo potrà presto tradursi in qualcosa di concreto, a patto che i progetti del primo cittadino vadano nella stessa direzione delle idee proposte dai 5 Stelle durante l’ultima campagna elettorale.

«Nel corso degli ultimi 15 anni – prosegue Angelini – il mio contributo alla città non è mai mancato. Ho partecipato allo sviluppo di progetti e approfondimenti come nel caso della lotta al punteruolo rosso, lo stoccaggio del gas e la qualità dei nostri corsi d’acqua.

Antonio Spazzafumo

Ad Antonio – Spazzafumo, ndr – ho sempre detto che per un sambenedettese è un dovere mettere la propria professionalità al servizio della comunità, se l’Amministrazione vorrà coinvolgermi in qualche progetto in linea con quelli proposti dal Movimento 5 Stelle e da Cambia San Benedetto ne sarò ben felice».

«Per un sambenedettese come me – continua – sarebbe un onore e un piacere, spero che in tanti facciano questo tipo di scelta per dare una mano al Comune, ma bisognerà valutare se ci saranno le condizioni. Eventualmente metteremo sul piatto le proposte avanzate già in campagna elettorale, proposte che vanno in una direzione ben precisa, e pertanto mi rendo conto che il sindaco debba confrontarsi anche con la sua squadra nella definizione della linea politica dei prossimi anni.

Sono convinto che Spazzafumo e il suo gruppo abbiano ben presente che è finito il tempo della gestione “oligarchica” nell’amministrazione di San Benedetto. Se si vuole fare qualcosa di innovativo e intelligente bisogna coinvolgere la cittadinanza e professionalità come ingegneri, architetti e paesaggisti della città».

Nonostante un verdetto elettorale inferiore alle aspettative, è evidente come Serafino Angelini e i 5 Stelle sambenedettesi non abbiano alcuna intenzione di abbandonare la nave della politica locale.

«Rimanere fuori ha lasciato un po’ di amaro in bocca – ammette l’ex candidato pentastellato – ma non possiamo pensare di smettere di seguire le vicende sambenedettesi. È troppo importante continuare a star dietro alle questioni della nostra città».

 

Buona la prima in consiglio comunale Il sindaco Spazzafumo: «Aspettative alte dei cittadini, lavoriamo insieme per San Benedetto»

Esperienza e gioventù, ecco la Giunta Spazzafumo (Le foto dei magnifici 7)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X