Quantcast
facebook rss

Omaggio alla Virgo Fidelis:
a Montemonaco ricorda
la Medaglia d’Oro
Giovanni Pazzaglia

RICORRENZA - Così ha voluto celebrare l'evento, quest'anno, l’associazione Carabinieri "Carlo Alberto dalla Chiesa" sezione di Comunanza e che raggruppa circa 100 soci anche di Amandola, Montefortino, Montemonaco e Force. Presenti diverse autorità dell'entroterra piceno e fermano
...

 

Anche quest’anno, l’associazione Carabinieri “Carlo Alberto dalla Chiesa”, sezione di Comunanza e che raggruppa circa 100 soci anche di Amandola, Comunanza (dove ha sede), Montefortino, Montemonaco e Force ha voluto rendere omaggio alla Virgo Fidelis.

Domenica scorsa, 21 novembre, il gruppo montano, presieduto da Francesco Conti, ha scelto di celebrare la patrona dell’Arma a Montemonaco, con una messa nella chiesa parrocchiale di San Benedetto, poi con la deposizione di una corona d’alloro sulla lapide di Giovanni Pazzaglia, eroe e Medaglia d’Oro al valor militare, originario proprio di Isola San Biagio, frazione del comune montano. Presente al momento toccante Anna Maria Pazzaglia, nipote del valoroso militare.

Alla cerimonia, sempre molto sentita nell’area montana che accomuna le province di Ascoli e Fermo, non sono volute mancare le autorità. I Carabinieri erano rappresentati dal comandante della Compagnia di Ascoli, Maurizio Biancucci, anche per conto del comandante provinciale Giorgio Tommaseo, che ha autorizzato l’evento. C’erano i comandanti delle Stazioni di Comunanza, Giovanni Croce, di Montemonaco Massimo Fabiani, di Force Andrea Felicetti, di Amandola Raffaele Petitto. Per Montefortino c’era il comandante dei Carabinieri Forestali Giuseppe Lappa. E ancora il tenente colonnello Maurizio Funari, originario dell’entroterra piceno e Roberto Zanivan, in rappresentanza dell’associazione ascolana della Polizia di Stato.

Oltre al sindaco di Montemonaco, Francesca Grilli, che ha fatto gli onori di casa, hanno preso parte alla giornata il vice sindaco di Comunanza Domenico Gionni, l’assessore di Montefortino Matteo De Santis e rappresentanti dei corpi di Polizia Municipale.

L’occasione è stata anche quella di ricordare il ruolo di vicinanza alla popolazione, ancor più importante nelle zone lontane dai maggiori centri, dei Carabinieri che capillarmente svolgono servizi di prevenzione e controllo, ma anche di attenzione e repressione se necessario, volti a garantire la sicurezza dei cittadini.

m.n.g.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X