Quantcast
facebook rss

Festa di San Giacomo
della Marca:
schierati tutti i sindaci
dei comuni della rete (Le foto)

MONTEPRANDONE - La cerimonia si è aperta con la processione dal convento al santuario. Presenti anche le autorità militari della provincia di Ascoli
...

 

 

La festa di San Giacomo della Marca, a Monteprandone, è stata caratterizzata dalla presenza di tutti i sindaco della rete delle città del Patrono. Ieri, 28 novembre, la cerimonia nel santuario monteprandonese dedicato al Santo, con la messa solenne presieduta da padre Simone Giampieri, ministro provinciale della provincia picena San Giacomo della Marca dei Frati Minori, concelebrata da padre Michele Massaccio padre guardiano del convento e da don Vincent Ifeme parroco della chiesa San Nicolò a Monteprandone.

Prima dell’ingresso in chiesa, la statua del Santo è stata portata in processione sul piazzale del convento, dove erano schierati i sindaci con rispettivi Gonfaloni dei comuni che fanno parte della rete delle città di San Giacomo della Marca.

Erano presenti le Municipalità di Acquaviva Picena, Alba Adriatica, Ancarano, Ascoli, Carassai, Castel di Lama, Castiglione delle Stiviere, Castorano, Civitella del Tronto, Colonnella, Cupra Marittima, Cupramontana, Fermo, Giulianova, Loreto, Martinsicuro, Matelica, Monsampolo del Tronto, Ripatransone, San Benedetto, Sant’Elpidio a Mare, Sarnano, Tortoreto e Monteprandone. Presente anche il Gonfalone della Regione Marche in quando San Giacomo oltre ad essere patrono di Monteprandone è compatrono della Regione Marche.

Numerose le autorità religiose, civili e militari che non hanno voluto mancare al momento culmine dei festeggiamenti religiosi in onore del Santo Patrono: il senatore Giorgio Fede, il consigliere regionale Andrea Assenti, il comandante dei Carabinieri di San Benedetto, capitano Francesco Tessitore, il comandante della Guardia di Finanza di San Benedetto, capitano Nicola Di Benedetto, il tenente di vascello Tiziano D’Angelo della Capitaneria di Porto di San Benedetto, il comandante dei Carabinieri di Monteprandone luogotenente Gabriele Luciani e il comandante della Polizia Locale di Monteprandone Eugenio Vendrame.

Al termine della celebrazione, il sindaco Sergio Loggi ha offerto l’olio della lampada all’altare del Santo insieme alle autorità religiose, civili e militari.
«Si è rinnovata la tradizionale offerta dell’olio per la lampada all’altare del Santo – dichiara il sindaco Loggi – un momento toccante che quest’anno ho potuto condividere con i miei concittadini e i colleghi Sindaci delle Municipalità che fanno parte della Rete delle Città di San Giacomo. Li ringrazio per la loro presenza. Con profonda gratitudine verso San Giacomo, ho chiesto la Sua protezione sulla comunità di Monteprandone e su tutte le comunità nelle quali il Santo ha operato come uomo di fede e di cultura».

Dopo la Santa Messa il sindaco Loggi ha omaggiato le autorità presenti con un ritratto di San Giacomo, dipinto dall’artista monteprandonese Sabrina Spurio e realizzato dal Comune di Monteprandone in occasione del ventennale del rientro delle spoglie del Santo da Napoli nelle sua terra natia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X