Quantcast
facebook rss

Lirica, a Giacomo Prestia
il “Premio Cava”
Al Filarmonici anche Tamar,
Cruciani e Coro

ASCOLI - Domenica 19 dicembre serata per ricordare il grande basso ascolano scomparso tre anni fa a 90 anni. Al pianoforte Cesare Catani. L'artista fiorentino, un vero big della lirica internazionale, è anche uno scrittore di gialli e di recente ha partecipato al film opera di Damiano Michieletto "Gianni Schicchi" . Ingresso libero. Presenta il baritono Vittorio Vitelli deus ex machina del memorial
...

 

Sarà assegnato al basso Giacomo Prestia, prestigiosa figura della lirica nazionale e internazionale, il “Premio Carlo Cava alla carriera 2021” che il Comune ha istituito nel 2019 per ricordare il grande cantante lirico ascolano scomparso nel 2018 a 90 anni.

Giacomo Prestia

L’appuntamento è per domenica prossima 19 dicembre, alle ore 21,15, nel Teatro Filarmonici. L’ingresso è libero ma è necessario ritirare il biglietto omaggio presso la biglietteria di Piazza del Popolo (0736.244970). Obbligatorio naturalmente il super green pass.

La serata, per gli amanti della lirica, si annuncia particolarmente interessante. Oltre a Giacomo Prestia, si esibiranno il soprano Iano Tamar, voce straordinaria, il tenore Carlo Cruciani e il Coro del Teatro Ventidio Basso, diretto dal maestro Giovanni Farina, con l’accompagnamento al pianoforte di Cesare Catani.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco Marco Fioravanti e dell’assessore comunale alla cultura Donatella Ferretti, gli artisti proporranno alcune celebri arie. A presentare la serata sarà il baritono ascolano Vittorio Vitelli amico personale di Carlo Cava e deus ex machina del memorial: nel programma ufficiale non è prevista una sua performance canora ma siamo certi che le “pressioni” non mancheranno per la gioia degli spettatori.

Con il libro “Operazione 1009”

La carriera artistica di Prestia, fiorentino, è costellata da tanti e tanti successi a cominciare dal debutto nel ruolo di Filippo II a Marsiglia nel 1997 e La Forza del Destino diretta da Riccardo Muti alla Scala nel 1999. Ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo imponendosi come basso dalla vocalità spiccatamente verdiana per colore ed estensione fino alle note più impervie.

Ha collaborato con i più prestigiosi direttori d’orchestra come Claudio Abbado, Myung-Whun Chung, Antonio Pappano, Zubin Mehta, Riccardo Muti, George Pretre, Daniel Oren,  Nello Santi e moltissimi altri.

Ed ha incrociato registi di fama mondiale quali De Ana, Vick, Zeffirelli, Maestrini, Pier’Alli, Kokkos e Krief. Nel suo repertorio ci sono, nel repertorio verdiano, Aida (si è esibito anche allo Sferisterio), Attila, Ernani, Simon Boccanegra, Il Trovatore, eccetera, poi interpretazioni di grande rilievo ne La Gioconda, Mefistofele, Lucia di Mammermoor, Anna Bolena e via dicendo. Insomma un big della lirica che si dedica anche alla formazione dei giovani artisti.

Vittorio Vitelli

Non solo. Prestia è anche uno scrittore di thriller: nel 2017 ha pubblicato “Operazione 1009” e nel 2019  “Trentatré quarantaquattro” conquistando anche dei premi. Ultimissima chicca anche il cinema. È da poco uscito infatti il film opera con regia di Damiano Michieletto “Gianni Schicchi”, tratto dall’omonima opera comica di Giacomo Puccini, in cui ha interpretato il ruolo di Simone. La pellicola è stata presentata al Torino Film Festival e vede nel ruolo di Buoso Donati Giancarlo Giannini oltre ad altri bravi cantanti. Che dire di più di Giacomo Prestia? Certamente Carlo Cava, da lassù, approva.

Nel 2019 il Premio “Carlo Cava” venne assegnato al basso Mirco Palazzi e l’anno scorso non su possibile ripetere l’evento a causa della pandemia. Serata dunque molto interessante quella di sabato con un viaggio tra le grandi arie della lirica e la presenza di un personaggio di primo piano.

In arrivo il Concerto di Capodanno con Tamar, Della Sciucca e Vitelli. Come ormai consolidata tradizione, per il primo gennaio il Comune di Ascoli, con la collaborazione del Coro del Teatro Ventidio Basso, ha organizzato il Concerto di Capodanno. Inizio alle 21,15. Canteranno il soprano Iano Tamar, il tenore Riccardo Della Sciucca, il baritono Vittorio Vitelli e il Coro del maestro Giovanni Farina. L’Orchestra Sinfonica Giacomo Puccini sarà diretta dal maestro Alfredo Sorichetti. Prevendita presso la niglietteria di Piazza del Popolo e sul circuito “vivaticket”. Obbligo di super green pass e mascherina.

 

f.d.m.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X