Quantcast
facebook rss

Avis e liceo “Licini”,
calendario a due
per promuovere la donazione

ASCOLI - Gli studenti del quarto e del quinto anno della sezione di grafica hanno realizzato opere ispirate al tema della donazione per rappresentare ogni mese dell’anno. Ecco i nomi dei 12 ragazzi i cui lavori sono stati scelti tra i 46 pervenuti all'associazione
...

Foto di gruppo al liceo “Licini”

Gli studenti del liceo artistico “Licini” hanno realizzato il calendario a beneficio dell’Avis Comunale grazie agli studenti del quarto e del quinto anno della sezione di grafica, invitati a creare opere ispirate al tema della donazione per rappresentare ogni mese dell’anno del calendario 2022.

Uno degli studenti premiati

I ragazzi hanno realizzato complessivamente 46 elaborati, sviluppati grazie all’apporto dei loro insegnanti. I migliori 12 sono stati scelti da una speciale commissione, rappresentata da amministratori, personalità della cultura e dell’associazionismo della città e successivamente premiati a scuola, in un appuntamento in cui sono stati introdotti dalla dirigente scolastica Nadia Latini e dal suo vice, Maurizio Calenti.

Fra tutti i lavori pervenuti sono stati scelti i lavori realizzati dagli alunni Miriam Allevi, Elisa Cinelli, Nicolò Biondi, Monia Stradiotti, Sofia Tommolini, Alessia  Kalan Tardelli, Salvatore Indino, Nicolas Tomassetti, Rachele Bonfiglio, Alessio Pasqualini, Giulia Pica e Giorgia Bachetti.

Una cerimonia durante la quale, oltre ai 12 artisti in erba, era presente il direttivo dell’Avis con la presidente Maria Pia Mancini e il vicepresidente Stefano Felice. La realizzazione dei 46 elaborati è stata guidata dai professori Maura Orsini, Carlo Bonelli e Stefania Trivelli, con il coinvolgimento di Daniela Travaglini, Dino Lauretani e Federico Taffora.

L’Avis distribuirà il calendario ovunque per promuovere la donazione di sangue e dei suoi derivati, che è una procedura semplice, indolore, anonima e indispensabile, perché il sangue è un tessuto non riproducibile in laboratorio e necessario in diversi percorsi terapeutici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X