Quantcast
facebook rss

Cartiera Papale, un progetto
per valorizzare il Museo Orsini

ASCOLI - Grazie al finanziamento di 80.000 euro del Ministero dell'Istruzione può prendere forma la promozione, la salvaguardia e la modernizzazione del polo naturalistico. Il presidente della Provincia Sergio Loggi: «E' un riconoscimento importante»
...

La Cartiera Papale

 

La Provincia di Ascoli ha ricevuto dal Ministero dell’Istruzione un finanziamento di 80.000 euro per la realizzazione del progetto “Promozione, salvaguardia e modernizzazione del Museo naturalistico provinciale Antonio Orsini”. Che si trova all’interno della Cartiera Papale, ad Ascoli.

«Queste risorse – dice il presidente della Provincia Sergio Loggi – sono un riconoscimento per l’importante lavoro di progettazione promosso. Le iniziative valorizzeranno il Museo Orsini della Cartiera Papale nei confronti delle nuove generazioni e a favore di ricercatori e studiosi che potranno valersi al meglio del patrimonio di reperti raccolti dal grande naturalista». 

Il Museo Orsini nasce per l’attività dell’illustre scienziato ascolano ed è stato poi ampliato e riorganizzato da suo nipote Giovanni Tranquilli, e oggi nelle Marche costituisce un importante esempio di museo storico naturalistico. Attualmente l’esposizione è costituita da collezioni di minerali, rocce, fossili e conchiglie, nonché  da un pregevole erbario. E’ anche presente un vasto epistolario, contenente oltre 4.000 lettere che l’Orsini inviava a casa durante i suoi viaggi scientifici. L’archivio comprende inoltre vari diplomi, riconoscimenti e onorificenze attribuite allo scienziato piceno.

Il progetto prevede per il 2022 che la Provincia, coinvolgendo l’Università di Camerino, l’Istituto Agrario Ulpiani e l’Istituto di Storia del Movimento di Liberazione delle Marche, svolga attività per il riallestimento dell’esposizione secondo nuovi criteri museali e avvalendosi delle nuove tecnologie di digitalizzazione.

Verrà creato un sito web interattivo per la fruizione online dell’inventario dei reperti e della documentazione dell’archivio storico. In programma anche la realizzazione di una sala virtuale per un tour in cui gli studenti si ritroveranno in compagnia di… Antonio Orsini che, da esperto naturalista, li guiderà alla scoperta della flora e della fauna, narrando le loro caratteristiche e curiosità.

Di rilievo sarà anche la valorizzazione del Museo nel contesto in cui è inserito, accanto al torrente Castellano, collegando i campioni botanici peculiari del territorio custoditi con itinerari e paesaggi locali. 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X