Quantcast
facebook rss

Il grido di “Questione Natura”:
«A tutto il Piceno
la targhetta di #Maskfree»

ASCOLI - Il gruppo di giovani ambientalisti fa il punto su undici mesi di lavoro, in cui sono stati toccati tutti e 33 i comuni della provincia: «Ma attenzione, il riconoscimento non è sinonimo di strade pulite e zero mascherine disperse nell’ambiente, al contrario: rappresenta un percorso che è iniziato e che deve essere portato avanti»
...

 

«Non è stato facile, ma in 11 mesi di lavoro un progetto siamo riusciti a portarlo a conclusione: abbiamo raggiunto, più volte, ogni singolo comune della provincia di Ascoli, donandogli la targa di “Comune #MaskFree”.

È il continuo di un grande progetto di sensibilizzazione ambientale iniziato nel 2019 e che si sta trasformando, con la lentezza necessaria, in un piano per creare un’alternativa alla vita che oggi ci viene proposta».

Lo dice Roberto Cameli, presidente dell’associazione “Questione Natura” che poi aggiunge:

«Esso non è solo un banale circolo dove si nasce, si cresce e si muore. Al contrario vivere significa riuscire a lanciare dei gridi talmente forti da uscire da questo circolo quel tanto che basta per accorgersi che l’alternativa già esiste e siamo noi, tutti, con il potere delle nostre scelte.

Ebbene, con 116 eventi e un totale di 2.864 mascherine raccolte da terra questa volta la targhetta #MaskFree va a tutto l’insieme dei comuni che formano la bellissima provincia di Ascoli.

Ma attenzione, la targhetta non è sinonimo di strade pulite e zero mascherine disperse nell’ambiente, al contrario: essa è significativa e rappresenta un percorso che è iniziato e che deve essere portato avanti, dove abbiamo individuato un ricco gruppo di persone che si sono unite per formare una comunità “virtuale” in cui ciascuno fa la propria parte. Così c’è chi raccoglie i rifiuti, chi segnala situazioni pericolose, chi non spreca, chi non genera sporco, chi fa sensibilizzazione, chi forma i più piccoli, chi pianta alberi e così potremmo andare avanti ancora a lungo.

Noi vogliamo ringraziare tutte le persone che ci hanno seguito e che continuano a supportarci quotidianamente, siete fondamentali! Il lavoro è appena cominciato e la nostra unica richiesta è rivolta a chiunque voglia unirsi a noi per far crescere sempre di più questa comunità che un domani sarà l’unica realtà predominante: siete i benvenuti!

Grazie a tutti e 33 i comuni per averci ospitato, fatto sentire a casa e svelato unicità riguardo alla propria storia: il folklore piceno è qualcosa di straordinario».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X