Quantcast
facebook rss

Villa Pigna, fanno discutere
le colonnine: «Uno scempio»

FOLIGNANO - Le critiche del consigliere Giorgio Capriotti: «Poca trasparenza, il progetto iniziale è divenuto un “mostro architettonico” con un impatto estetico/ambientale notevole»
...

«L’Amministrazione ha deciso di chiudere l’anno in “bellezza” con l’ennesimo scempio architettonico di cui ancora una volta faranno le spese i cittadini».

Comincia così la dura critica del consigliere comunale Giorgio Capriotti, critico nei confronti del sindaco Matteo Terrani a causa delle colonnine di ricarica per auto elettriche.

Le colonnine di via Arezzo

«Qualche tempo fa in Consiglio fu portata una proposta per l’installazione di due colonnine con quattro punti di ricarica per le auto elettriche in via Arezzo a Villa Pigna di Folignano, prive di impatto ambientale; non venne mostrato alcun progetto ma solamente l’esposizione orale verbalmente della maggioranza -spiega Capriotti-. Fatto sta che a distanza di qualche mese sono iniziati i lavori per la realizzazione di tale opera e con stupore di tutti i cittadini essa si è in realtà rivelata un “mostro architettonico” con un impatto estetico/ambientale notevole, rimarcando per l’ennesima volta la mancanza di trasparenza del Comune, perché se avessero avuto la decenza e l’onestà intellettuale di mostrare in Consiglio l’intero progetto con annesso uno studio di impatto ambientale, siamo certi che uno scempio simile non si sarebbe mai realizzato perché come opposizione avremmo fatto di tutto affinché tale progetto fosse rivisto e corretto».

«Ad aggravare la posizione dell’Amministrazione sono le giustificazioni alquanto velleitarie, dove tengono a precisare che la presenza di tali container è dovuta al fatto che le colonnine che verranno installate saranno ad alta velocità di ricarica: benissimo ma erano proprio necessarie? -conclude-. Non si sarebbero potute installare colonnine “classiche” come stanno facendo nel resto d’Italia in modo da ridurre al minimo l’impatto? Se poi fossero davvero necessarie come dicono non sarebbe stato più opportuno installarle presso il piazzale dove una volta sorgeva la vecchia struttura integrata invece di andare a deturpare esteticamente l’ingresso di via Arezzo che oltretutto è una delle vie principali di accesso al paese?».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X