Quantcast
facebook rss

Incendio alla Sentina,
fondamentale l’aiuto
di “Questione Natura”

SAN BENEDETTO - Il giovane Roberto Cameli, presidente dell'Associazione: «Gli occhi lacrimavano e le mani sono diventate nere, ma la Sentina è stata salvata»
...
Nello spegnimento dell’incendio alla Sentina sono stati fondamentali ovviamente i Vigili del fuoco, ma è stato determinante anche l’apporto di alcuni volontari.

Roberto Cameli

Come Roberto Cameli, presidente dell’associazione “Questione Natura” il quale, dopo che i pompieri hanno domato le fiamme e dopo che la Polizia ha arrestato il presunto responsabile, dice: «La Sentina che brucia, i miei piedi dopo che hanno provato a spegnere le fiamme, l’immensità della devastazione, l’emozione di tutto questo momento. Brevissimo e Infinito. Adesso è l’ora di ragionare su come una sola persona può creare un danno incredibile per l’umanità».

«E’ servito il nostro tempestivo intervento e il lavoro duro dei pompieri e di tutte le altre persone coinvolte per domare un incendio incredibile creato da un singolo essere umano. Mi sono sentito impotente – aggiunge – con tutta quell’acqua ad un passo ed io che mi facevo sempre più piccolo e insignificante di fronte alle fiamme che crescevano e tutto quel fumo. Gli occhi lacrimavano, le mani sono diventate nere… ma la Sentina è stata salvata. Grazie a chi mi è stato vicino, e a Paolo Cappelli che è stato in prima linea insieme a noi durante questa vicenda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X