Quantcast
facebook rss

Ascoli ancora vetrina del ciclismo professionistico

SPORT - Presentate alla Bit di Milano le tappe marchigiane e, soprattutto, quella finale della "Adriatica Ionica Race" da Castelraimondo al capoluogo piceno di mercoledì 8 giugno
...

(foto da pagina Facebook “Adriatica Ionica Race”)

 

di Tiziano Vesprini

 

La quarta edizione della gara ciclistica a tappe per professionisti “Adriatica Ionica Race” vedrà il suo epilogo ad Ascoli con la quinta tappa che parte da Castelraimondo (Macerata), in programma mercoledì 8 giugno.

 

La manifestazione, ideata e organizzata dall’ex campione di ciclismo Moreno Argentin, la scorsa settimana ha avuto l’ufficializzazione del programma 2022 che domenica 5 giugno vedrà Tarvisio, in Friuli, sede di partenza della prima frazione.

 

Quattro le tappe in programma, di cui due marchigiane, quelle conclusive: da Fano alla Riviera del Conero nel comune di Sirolo (Ancona) e, appunto, quella da Castel Raimondo ad Ascoli. Un totale di 700 chilometri che interesseranno quattro regioni: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna e Marche.

Moreno Argentin e Guido Castelli nello stand Marche della Bit di Milano presentano le tappe marchigiane

 

Le frazioni marchigiane della “Adriatica Ionica Race” sono state presentate alla Bit (Borsa Italiana del Turismo) di Milano, all’interno dello stand Marche, dall’assessore regionale Guido Castelli, grande appassionato di ciclismo, e dall’organizzatore Moreno Argentin il quale ha ringraziato per aver accolto con entusiasmo la sua proposta ciclistico-turistica. Ha anche spiegato che per l’ultimo giorno di gara, quello con arrivo in Ascoli, ha disegnato un tracciato spettacolare ed insidioso, tale da rendere decisiva la giornata per le sorti finali della corsa.

 

Guido Castelli ha espresso la sua soddisfazione per la scelta di Argentin di fissare il traguardo finale nella sua Ascoli. Ed ha sottolineato che la Regione Marche è ben felice di ospitare questa manifestazione visto che «ben si sposa con lo spirito di promozione sportiva e turistica dei territori che verranno attraversati dalla gara».

 

Dopo il recente passaggio di una tappa della Tirreno-Adriatico, Ascoli torna dunque ad essere una vetrina del ciclismo professionistico.

 

Moreno Argentin, il mito del ciclismo nel Piceno: «La Liegi vinta quando tutti mi davano per spacciato» (Video)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X